Barletta quasi al completo, caos a Trani

Barletta quasi al completo, caos a Trani

Per mister Farina una lunga lista di under e Telera, mentre Danilo Quarto lascia la Sly Trani

Tra nuove e vecchie conoscenze, la rosa del Barletta 1922 è ormai quasi definita. Nell’ultima settimana, infatti, il sodalizio biancorosso ha rimpolpato l’organico a disposizione di mister Farina con alcuni under: Francesco Lovecchio (portiere classe ’02), Andrea Marangi (difensore classe ’01), Vincenzo Paganelli (terzino classe ’01), Matteo Totaro (esterno classe ’02), Antonio Cafagna (centrocampista classe ’02), Pasquale Guadagno (attaccante classe ’02), Angelo Gasbarre (attaccante classe ’01) e Gennaro Boiano (attaccante classe ’01).

Under, ma non solo. Perché c’è da registrare il ritorno all’ombra di Eraclio del difensore Giuseppe Telera. Temperamento e spirito battagliero, l’ex Manfredonia a dispetto del ruolo nel corso della sua carriera ha dimostrato di poter essere un fattore anche nella metà campo avversaria e porta con sé la “garra” che serve in queste categorie. Così, mentre in attacco il trio Varsi – Loiodice – Di Rito proverà a fare impazzire le difese avversarie, Ianniciello e Telera avranno il compito di ergere un muro invalicabile. Porta e centrocampo sono gli unici reparti da puntellare, con la dirigenza che continua a lavorare sottotraccia al regista da mettere a disposizione di mister Farina. I contatti con Scialpi sono continui, ma non mancano le alternative all’ex Molfetta. La certezza è che il Barletta cercherà di portare a casa una pedina di spessore più un eventuale sostituto per la mediana.

Nelle ultime ore, intanto, sembra essersi arrestato di colpo l’entusiasmo nella vicina Trani. Con un lungo post affidato ai social nella tarda serata di sabato, il presidente Danilo Quarto ha annunciato il proprio disimpegno da presidente della Sly. Alla base della decisione la distanza con le attuali istituzioni locali e l’esiguo numero di abbonamenti sottoscritti dai tifosi. “Il nostro obiettivo deve essere quello di battere il record di 3000 abbonamenti del Messina”, aveva sentenziato lo stesso Quarto qualche settimana fa in una diretta social. Una richiesta un po’ troppo pretenziosa da parte del vulcanico imprenditore barese, caduto sulla classica buccia di banana dopo aver allestito un organico di primo livello.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse