Barletta 1922, mercato in fermento

Barletta 1922, mercato in fermento

Vicini Di Rito, Morra e Vicedomini. Suggestione Loiodice, ma tanta la concorrenza intorno all’esterno barese

Nessuna ufficialità, ma in casa Barletta 1922 si continua a lavorare sottotraccia al mercato in entrata. L’obiettivo, neanche tanto nascosto, è quello di costruire una rosa di primo livello ed è in questa direzione che la dirigenza biancorossa si sta muovendo senza particolari assilli.

Così, contrariamente a quello che sta succedendo a Trani sponda Sly, il Barletta fino a questo momento sta volutamente mantenendo un profilo basso. Perché anche all’ombra di Eraclio si è deciso di puntare al salto di categoria e nonostante la calma apparente di questi primi giorni di mercato, la dirigenza è pronta a mettere tra le mani del tecnico Francesco Farina una squadra che sia in grado di combattere su tutti i fronti.

I primi nomi in entrata potrebbero essere quelli di Nicolas Di Rito, Carlo Vicedomini e Vito Morra. Un tris di fedelissimi ex Audace Cerignola, dunque, per il tecnico campano che durante la conferenza stampa di presentazione era stato molto chiaro: “Voglio giocatori abituati a vincere”. Merita un capitolo a parte, invece, Nicola Loiodice. Nelle ultime ore si sono rincorse le voci sempre più insistenti che lo vedevano ormai vicino alla firma. Le realtà dei fatti, però, sembra essere un’altra: la concorrenza è davvero folta e quella di Loiodice è solo una suggestione. La dirigenza guidata da Mario Dimiccoli ovviamente proverà a giocarsi tutte le carte a disposizione e il giocatore non è rimasto indifferente di fronte alla proposta del Barletta, ma sarà l’esterno barese a sciogliere ogni riserva nei prossimi giorni. Vicini alla riconferma, intanto, Alfredo Varsi e Oronzo Bonasia. Discorso differente per Pignataro: l’ex Brindisi non sarebbe tra le prime scelte di mister Farina e con ogni probabilità proseguirà la sua carriera altrove.

Il calciomercato deve ancora entrare nella sua fase più calda, ma c’è già tanta carne al fuoco. I biancorossi non vogliono stare a guardare e nei prossimi sono attese già le prime novità.