Barletta 1922, Digiorgio: “Più grinta in casa” Il capitano biancorosso ad Eccellenza di Puglia. Oggi parla De Santis

Barletta 1922, Digiorgio: “Più grinta in casa” <small class="subtitle">Il capitano biancorosso ad Eccellenza di Puglia. Oggi parla De Santis</small>

Inutile girarci intorno, il pareggio contro il Vieste non è andato giù. Il Barletta 1922 perde l’occasione del punteggio pieno nel doppio turno casalingo e l’insoddisfazione della piazza torna d’attualità dopo la boccata d’ossigeno contro il Gallipoli: l’Altamura scappa in vetta ed i cinque punti di svantaggio potrebbero pesare sull’obiettivo stagionale. A prendersi le responsabilità del caso è il capitano biancorosso, Luigi Digiorgio.

Digiorgio verso il settore con Rossetti e Zingrillo.

Digiorgio verso il settore con Rossetti e Zingrillo.

Ai microfoni di Eccellenza di Puglia, il centrale difensivo ha espresso il suo rammarico per i due punti persi contro i garganici: “Si può e si deve fare di più, soprattutto in casa. Certo, è stata una partita complicata, ma con i mezzi a nostra disposizione avremmo potuto fare bottino pieno. È un passo falso da cui impareremo nell’immediato, con il duro lavoro e la determinazione dello spogliatoio riusciremo a riscattarci“. È ancora presto per gettare la spugna: “Abbiamo un obiettivo comune, vogliamo vincere il campionato e stiamo lottando tutti per ottenere il massimo. La partenza non è stata molto positiva, ma dobbiamo dimostrare il nostro valore già dalla trasferta di Bisceglie“.

La difesa ha ballato parecchio, il gol pesa sulla coscienza di Ola. Per Digiorgio non c’è differenza tra i compagni di reparto: “È indifferente, mi sono trovato bene sia con Ola che con Aprile. Hanno caratteristiche diverse, Daniel è più fisico e Michele è più d’impostazione. Bisogna scegliere in base alle esigenze del momento, finora posso dire di aver giocato con due giocatori validi sia sotto l’aspetto tecnico che umano“. Di Rito, invece, ha accusato un calo di pressione e tornerà ad allenarsi dopo gli accertamenti necessari: “Lo aspettiamo a braccia aperte – spiega il difensore – non è un giocatore a cui si può rinunciare facilmente. So che stanno facendo dei controlli dopo quello che è successo domenica, speriamo di riaverlo quanto prima“.

Grinta in casa, la componente che ancora manca.

Grinta in casa, la componente che ancora manca.

Infine, il capitano si concentra sul futuro e sulle aspettative riposte nella squadra: “Quando ho accettato di venire a Barletta, sapevo che avrei dovuto sopportare una pressione superiore a molte altre piazze, così come sapevo che tipo di obiettivi si sarebbero posti tifosi e dirigenza. La rosa allestita è altamente competitiva, ho la massima fiducia nei miei compagni e sono sicuro che ognuno assumerà la consapevolezza della situazione attuale. È una stagione dura, ma anche lunghissima. Ce la metteremo tutta“.

Oggi, intanto, il direttore sportivo Vincenzo De Santis sarà protagonista in una conferenza stampa indetta alle 17:45 presso i locali di via Roma, 79/81. Un’occasione importante per fare il punto della situazione dopo tre giornate altalenanti.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse