Il mito di Pietro Mennea rivive tra campioni e media Il racconto dello sportivo ieri e oggi, un incontro giovedì a cura del Comitato Pro Canne della Battaglia

Il mito di Pietro Mennea rivive tra campioni e media <small class="subtitle">Il racconto dello sportivo ieri e oggi, un incontro giovedì a cura del Comitato Pro Canne della Battaglia</small>

Nell’anno delle XXXI Olimpiadi a Rio de Janeiro da poco concluse, in sinergia d’intenti con le manifestazioni ufficiali del “Mennea Day 2016”, il Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia (quale libera organizzazione di volontariato operante nei beni culturali e nel turismo dal 1953) offre alla Città di Barletta il suo articolato programma di attività dedicato alla “Freccia del Sud” con l’apporto di proprie risorse associative indipendenti ed il sostegno di sponsor privati, come già avvenuto in tutte le precedenti edizioni dal mese di aprile 2013 quando si commemorò il trigesimo dalla scomparsa del recordman barlettano.

 

Tutte le iniziative del programma unitario intitolato “Barletta onora Pietro Mennea alle Olimpiadi”, che andranno ulteriormente ad arricchire il “Mennea Day 2016”, saranno presentate giovedì 8 settembre alle ore 19 nel dehors del Modà lounge café in via Nazareth12 durante l’incontro pubblico e conferenza stampa in anteprima.

Il richiamo dell’intitolazione prescelta per quest’anno sta tutto nella leggendaria continuità olimpionica di Pietro Mennea, dall’esordio con la medaglia di bronzo a Monaco 1972 passando per l’esperienza di Montreal 1976, lo stupendo oro di Mosca 1980 (seguito a Barletta il successivo 17 agosto dalla conquista del record mondiale dei 200 metri sul livello del mare col tempo di 19” 96), la partecipazione a Los Angeles 1984 per concludersi a Seul 1988. Cinque Olimpiadi fila, altro autentico record di longevità sportiva nella vita dell’uomo più veloce del mondo, coronate dal leggendario record di 19” 72 conseguito a Città del Messico nelle Universiadi, quel 12 settembre 1979 e mantenuto per ben 17 anni.

Tema dell’incontro, condotto dal giornalista Nino Vinella, anche nella sua veste di presidente del Comitato Italiano Pro Canne della Battaglia sarà “Il Campione e la Stampa: perché un asso fa sempre notizia. Dalla carta stampata al web, come si è evoluto il rapporto fra i mezzi d’informazione ed il mondo dello sport dai tempi di Pietro Mennea ad oggi”. Nel confronto storico fra i due stili di comunicazione, la voce del giornalismo dei tempi di Pietro Mennea sarà quella del collega Carlo Gagliardi, già capo della Redazione Sportiva de La Gazzetta del Mezzogiorno proprio negli anni ruggenti del velocista. Luca Guerra, direttore della testata telematica BarlettaSport.it e collaboratore di Repubblica, sarà invece il testimonial dell’informazione sportiva ai giorni nostri con la sua intervista “in diretta” alla campionessa barlettana di tiro con l’arco Loredana Spera che in marzo ha vinto l’oro nella prova a squadre dell’arco olimpico – junior ai Mondiali indoor della sua specialità ad Ankara in Turchia.

Altri ospiti della serata saranno Giuliano Rotunno, già corrispondente sportivo della nostra Gazzetta, ed Antonio Sanna, già corrispondente del Corriere dello Sport-Stadio.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse