Barletta-Ischia 3-1, le pagelle dei biancorossi Fall non fa rimpiangere Floriano, Quadri imposta e colpisce

Barletta-Ischia 3-1, le pagelle dei biancorossi <small class="subtitle">Fall non fa rimpiangere Floriano, Quadri imposta e colpisce </small>

Liverani 6,5: Inizia il suo match nella ripresa, dopo una prima frazione di gara da spettatore. Prodigioso il suo intervento sulla conclusione di Ciotola ma la sassata di Schetter sembrava davvero imparabile.

Meola 6,5: Trovate le misure e le distanze della difesa a quattro, l’ex Paganese sta convincendo sempre più. Con gli isolani un’altra prestazione apprezzabile sia in copertura che in proiezione offensiva.

Stendardo 6,5: Insieme al suo compagno di reparto blinda il cuore della difesa lasciando agli avversari solo la chance di far male dalla lunga distanza.

Radi 6,5: Amministra con ordine il pacchetto arretrato e impreziosisce la sua prestazione servendo l’assist su punizione per il primo gol di Fall.

Regno 6: Subentra a Cortellini in un ruolo non suo, poi Sesia lo sposta a destra con l’ingresso di Guarco. Gioca con ordine senza strafare, com’è giusto che sia.

De Rose 6,5: Solito motorino instancabile di centrocampo, copre e riparte giocando sempre con grande intensità. La sua assenza per squalifica con il Messina si farà sentire.

Quadri 7: Anche lui dopo un inizio stentato dimostra di esser tornato stabilmente ai livelli che gli competono. Imposta con precisione e rapidità la manovra, senza sbagliare un pallone. Splendida la punizione che calcia sotto l’incrocio per il momentaneo 2-0.

Legras 6,5: Umile e determinato, non pecca mai di pulizia nei suoi disimpegni e fa sentire la gamba anche quando c’è da coprire nella propria metà campo. Prezioso.

Venitucci 5,5: Indossa lui la maglia numero sette che era di Floriano ma la prestazione non è certo di quelle che colpiscono. Gestisce pochi palloni rispetto alla mole di gioco prodotta dalla squadra, quasi come se si nascondesse sulla fascia destra. Deve ritrovarsi.

Fall 7,5 (il migliore): Ormai psicologicamente sbloccato, ha trasformato in applausi scroscianti quei fischi che gli piovevano contro fino al match con l’Aversa. Mette il suo (doppio) timbro sul match grazie anche ad una prestazione maiuscola, siglando due gol da centravanti puro. Ma non affibbiategli etichette: non sono di suo gradimento, l’importante è giocare.

Danti 6: La sua presenza sull’ala sinistra non garantisce grande rapidità nelle ripartenze ma lui quantomeno non lesina impegno nel dare una mano alla squadra. Nella ripresa sfiora il primo gol in biancorosso con un sinistro che termina a fil di palo.

Zammuto 6: Si fa sempre trovare pronto quando c’è da infoltire le linee di difesa. Tanti auguri per la nascita della sua primogenita Aurora.

Cortellini, Guarco sv

Sesia 7: Continua nell’impresa di tirare fuori il massimo da questo gruppo, nonostante una situazione societaria tumultuosa. Decide di non snaturare la squadra lasciando inalterato il modulo di gioco e fa bene: la squadra ha assimilato determinati equilibri di gioco che non possono essere alterati. Le quattro vittorie consecutive sono lì a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto sul campo e nello spogliatoio.

 

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse