SvevaSport, Perpignano: “Accordo per Matera, Sesia resta” Il presidente del Barletta interviene nella trasmissione televisiva. Tutti i temi affrontati

SvevaSport, Perpignano: “Accordo per Matera, Sesia resta” <small class="subtitle">Il presidente del Barletta interviene nella trasmissione televisiva. Tutti i temi affrontati</small>

Definitivamente interrotto il silenzio stampa con la conferenza postpartita, il Barletta continua il processo di riapertura verso i media attraverso la presenza di Giuseppe Perpignano nel contenitore serale di SvevaSport. Il presidente biancorosso, nella trasmissione televisiva, racconta a 360° la situazione di via Vittorio Veneto. Tanti i punti toccati, dal momento negativo della squadra al futuro mercato, passando dal chiacchierato caso-Matera.

10687110_907037159309195_8713505134674367938_n

Antonio Matera, centrocampista biancazzurro di proprietà del Barletta.

Proprio l’ultimo argomento inaugura l’appuntamento. Il patron precisa la situazione relativa al centrocampista biancazzurro, il cui cartellino è ancora biancorosso ma non per molto: “C’è un accordo, avremo modo di concludere la pratica non appena ci sarà la possibilità di farlo. Matera è venuto con noi in ritiro, ma non abbiamo ritenuto che potesse rispondere ai canoni della nostra squadra. Non avrebbe fatto minutaggio in una squadra così esperta, abbiamo una squadra con l’età media piuttosto alta per i suoi standard. Da questa operazione trarrà giovamento sia la Fidelis Andria che il Barletta“. Il clima rimane disteso anche dopo l’intervento telefonico del ds andriese De Santis, con il quale si conferma l’accordo.

La squadra mostra diverse lacune, costringendo Perpignano a toccare il tema della sessione invernale: “Il mercato di gennaio si concentrerà evidentemente sulla punta. Abbiamo una lacuna data dall’infortunio di Dell’Agnello e dagli acciacchi di Biancolino. Mi aspettavo di più da Fall, è incappato in una situazione in cui si è demoralizzato, ma è capitato anche a giocatori più famosi di lui. I nostri giocatori migliori sono richiesti, vuol dire che non abbiamo fatto malissimo nella costruzione della squadra. De Rose e Floriano non si toccano, il nostro obiettivo è rinforzare la squadra e non indebolirla cedendo i nostri pezzi pregiati“.

C’è qualcuno che rema contro in società? “La società è fatta da me – spiega il presidente – questo è un bene alcune volte e un male in altre circostanze. Non c’è qualcuno che rema contro, almeno per quanto riguarda i nuovi arrivati. Può darsi che ci sia qualche incongruenza con chi era già presente, c’è stata qualche linea programmatica discussa ma proveremo a trovare la soluzione migliore per mantenere l’armonia. A ciò si riconducono anche le voci su una presunta penalizzazione, i bonifici sono in regola. I dettagli emersi nelle voci di corridoio dimostrano che è una notizia uscita dalle mura della società“.

Sesia e Perpignano nel match contro il Melfi.

Sesia e Perpignano nel match contro il Melfi.

La posizione di Sesia rimane salda. Il numero uno di via Vittorio Veneto chiarisce l’argomento panchina: “Il tecnico ha la fiducia assoluta e la prestazione odierna, unita a quelle di Pagani, Castellammare ed Aprilia, non è colpa di Sesia. Molti addetti ai lavori, anche a Catanzaro, non si spiegavano il motivo di tale crisi. Vuol dire che la squadra è valida, i giocatori difendono il tecnico e si lavora con gli stessi obiettivi. Al momento, non ci sono assolutamente le condizioni per un avvicendamento in panchina“.

Sulla partita contro l’Aversa, Perpignano ammette il flop della squadra e condivide il disappunto espresso da gran parte della tifoseria sugli spalti, poi da un piccolo gruppo nel dopogara: “I fischi sono stati giusti, le aspettative della vigilia erano ben diverse da quelle del triplice fischio. Non abbiamo giocato con il piglio giusto e siamo rimasti bloccati su questo pareggio a reti bianche. L’ho detto anche in panchina, eravamo molli, ma la mole di gioco che creiamo non ci premia. Sono d’accordo con Sesia quando parla di numerose occasioni create, ma la ruota non gira ancora. Devo comunque ringraziare la tifoseria che, nonostante i fischi che spesso sono meritati, dimostra sempre la sua vicinanza alla squadra“.

Sulla questione che lega il Barletta al Kahramanmarasspor e alla persona di Ceyhan: “Questa curiosità è nata per un semplice incontro con il dg Cascella. Una consegna di una maglia – precisa Perpignano – è diventata una trattativa per rilevare il club, ma in realtà non c’è nulla di tutto questo“. Infine, capitolo silenzio stampa: “Mi ci hanno portato, con mio grande dispiacere. Non ho gradito gli attacchi del mese scorso, ma anch’io sono consapevole della collaborazione tra tutte le componenti per raggiungere la salvezza“.

I diversi temi toccati, con tutta probabilità, torneranno in auge nelle prossime settimane. Perpignano traccia le sue linee programmatiche e si prepara ad accogliere le impressioni dei tifosi, che nei prossimi giorni torneranno ad ascoltare a pieno regime i tesserati biancorossi. Le dichiarazioni rilasciate a SvevaSport aprono gli approfondimenti dei giorni che verranno.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse