Barletta Calcio, dilemma svincolati Danti e Traorè in prova, Allegretti alla finestra: bisogna muoversi, ma come?

Barletta Calcio, dilemma svincolati <small class="subtitle">Danti e Traorè in prova, Allegretti alla finestra: bisogna muoversi, ma come?</small>

Tre sconfitte in una settimana non sono esattamente il miglior biglietto da visita per una trasferta a Caserta. Fino a questo momento, un centinaio di tifosi barlettani provano a dimenticare il ruolino negativo e si preparano ad un altro match ostico lontano dalle mura amiche, in attesa di qualche ritocco in vista delle prossime settimane. Quest’ultimo dettaglio, però, è un affare della dirigenza, nonostante le numerose discussioni avviate sui social.

La caccia agli svincolati potrebbe protrarsi ancora per qualche giorno, anche dopo la sfida di domenica. Due giocatori in prova, una vecchia conoscenza che torna di moda tra le richieste dei supporters, qualche carenza nelle zone nevralgiche del campo: il tutto nato da alcuni flop misti ad infortuni. Domenico Danti, Charles Traorè e Riccardo Allegretti rimangono in bilico tra firma e sogni di metà autunno.

Riccardo Allegretti, il desiderio della piazza.

Riccardo Allegretti, il desiderio della piazza.

Perchè sì – Effettivamente, esiste più di un motivo per tornare sul mercato e ritoccare i reparti con i tre giocatori succitati. L’ex fantasista di Cosenza e Nocerina ha ripreso l’abitudine del flirt con il Barletta, dopo i contatti delle scorse sessioni di mercato. La sua propensione a ricoprire più zolle del reparto avanzato lo rendono un’alternativa agli stakanovisti biancorossi. Stesso discorso per il francese, che nella partitella di ieri ha ricoperto sia il ruolo di esterno destro nel 3-5-2 del primo tempo, sia il terzino sinistro nella difesa a quattro della ripresa, complice il momentaneo stop di Cortellini. Fiato e repertorio tecnico non mancano, così come la duttilità testata da Sesia. L’ultima analisi riguarda l’ex capitano, del quale molti tifosi non vogliono considerare il prefisso ex nonostante nove mesi di lontananza. Nelle recenti interviste, Allegretti ha garantito sul suo stato di forma, dichiarando di seguire un programma di allenamento ad hoc per rientrare immediatamente nei piani di qualche club. L’impatto emotivo che avrebbe sul Barletta, poi, è un capitolo a parte.

Domenico Danti, in campo nella partitella di ieri.

Domenico Danti, in campo nella partitella di ieri.

Perchè no – Ogni medaglia ha il suo rovescio e quella degli svincolati non fa eccezione. Prima di intervenire sul mercato, è necessario analizzare la condizione fisica degli osservati speciali e la reale necessità di contrattualizzare delle pedine che, nella migliore delle ipotesi, non avrebbero il ritmo-partita nelle gambe nonostante una forma accettabile. La partitella di ieri ha messo in luce lo status di un Danti ancora in ritardo, mentre Traorè dovrà adattarsi al ruvido calcio del girone meridionale. Anche Allegretti rientra in quella cerchia di giocatori da valutare attentamente, senza farsi prendere dall’entusiasmo di ritrovare il più rappresentativo degli ultimi anni. Al Barletta serve sì un costruttore di gioco a centrocampo, vista l’assenza di Legras e le sostituzioni improvvisate delle ultime settimane, ma anche un elemento di rottura che possa farsi valere nel gioco aereo. La situazione della mediana risulta più intricata del previsto e potrebbe rimanere sotto osservazione anche fino alla sessione invernale.

I due piatti della bilancia rimangono ancora in equilibrio, soprattutto per quanto riguarda la scelta della dirigenza. Gli annunci imminenti sono slittati di qualche ora, a dimostrazione di una più attenta analisi del rapporto qualità-prezzo. E se i tifosi hanno già le idee chiare, per arrivare ad una firma c’è ancora un po’ di strada da percorrere.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse