Barletta Calcio, Carrara e la “dignità da categoria” Il tecnico ammette l'inadeguatezza di molti giocatori, risultati e Curva Nord amplificano l'umiliazione

Barletta Calcio, Carrara e la “dignità da categoria” <small class="subtitle">Il tecnico ammette l'inadeguatezza di molti giocatori, risultati e Curva Nord amplificano l'umiliazione</small>

Quello che, fino a poche settimane fa, era considerato un parco giocatori in crescita costante, oggi viene finalmente considerato nella sua realtà. Il Barletta cade ancora al Puttilli, questa volta con un rotondo 0-3 per mano del Catanzaro, e subisce l’ennesima umiliazione stagionale davanti ai propri tifosi, che stavolta ripagano con la stessa moneta.

Continua ad essere impresa ardua, quella di discutere sul piano tecnico alla luce di diciassette sconfitte in campionato. Ciò che risalta agli occhi, invece, è la consapevolezza di Marco Carrara, che nella conferenza postpartita ammette di dover gestire giocatori non adatti alla categoria in cui militano, sia per carenze tecniche sia per una verve assente nello spogliatoio. Dichiarazioni che contrastano in maniera netta con quelle del suo predecessore sulla panchina biancorossa: adesso la presa di coscienza è ufficiale e totale, non soltanto della piazza barlettana.

La clamorosa espulsione di Liverani e l’errore di Camilleri sul terzo gol rappresentano lo scoramento degli stessi giocatori, impazienti di terminare un’annata da incubo. A due giornate dalla fine, compresa la vittoria d’ufficio contro la Nocerina, più di un elemento pare intenzionato a tirare i remi in barca ed anticipare le vacanze estive.

Dall’altra parte, una tifoseria che coglie la palla al balzo e risponde con sarcasmo all’ormai solita sconfitta interna. Mentre i giocatori si apprestano ad avvicinarsi alla Curva Nord, si passa dalla totale indifferenza all’accoglienza dei giocatori del Catanzaro sotto il settore. Gesto insolito, nonostante il gemellaggio tra le tifoserie, che però inasprisce maggiormente il rapporto tra supporters e calciatori: snobbati dalla propria piazza, ormai ritenuti incontestabili per manifesta incapacità.

Ancora una gara al Puttilli, dunque, prima di archiviare una stagione alla deriva da mesi. L’atteggiamento del pubblico dopo la debacle di ieri dimostra la voglia, legittima e sacrosanta, di chiudere al più presto questa parentesi, concentrarsi sulle sorti societarie e dimenticare ciò che è stato.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse