Orlandi,Schetter e Liverani in conferenza Le voci dei protagonisti di Barletta - Gubbio

Orlandi,Schetter e Liverani in conferenza <small class="subtitle">Le voci dei protagonisti di Barletta - Gubbio</small>

Un Barletta quasi mai in partita. C’è stato anche qualche errore individuale…

“Primo tempo regalato completamente e questo mi ha sorpreso completamente. La suqadra avversaria ha mostrato buone qualità e sono stati bravi loro a sfuttare le occasioni avute. Mi è sembrato che nel secondo tempo ci fosse un rigore su Ganz. Ma va sottolinato che abbiamo giocato un brutto primo tempo ed un bruttissimo secondo tempo. La mancanza dei due interditori ha contribuito alla nostra sconfitta. Va evidenziata la prestazione negativa”.

Perché è stato escluso Camilleri?

“Ha un problema al quadricipite e non siamo riusciti a recuperarlo. Non credo che venga condizionato dal riposto forza. I ragazzi sanno quando giocano delle partite buone  e quando fanno partite meno buone”.

Il ritorno al 3-5-2 è dovuto ad una necessità?

“Sapevamo che loro potevano giocare col 4-3-3 o col 4-2-3-1 e con questo modulo si potevano prendere le misure all’avversario in entrambi i casi. La squadra eugubina è esperta ed è in buona condizione. Hanno avuto un vantaggio dal punto di vista fisico e poi tattico. Nel primo tempo potevano andare in gol più volte, anche se ne abbiamo subiti solo due. Sotto il profilo mentale ci serve una maggiore grinta dal punto di vista agonistico”.

Cosa si può salvare da un pomeriggio come questo?

“Salverei la leggera reazione nel secondo tempo. E nient’altro”.

La squadra sembrava molto lontana dal reparto d’attacco…

“Avevo chiesto di tenere il baricentro alto con i tre centrocampisti e l’intento era di tenere il centrocampo vicino agli attaccanti. Ilari preferisco inserirlo a partita in corso per sfruttare a pieno la mezz’ora che ha nelle gambe”.

Tatò è tornato in tribuna oggi…

“Mi dispiace tantissimo per la prestazione”.

Antonio Schetter, attaccante Gubbio

Ti aspettavi una buona accoglienza?

“Si. L’accoglienza è stata buona: in questa piazza ho fatto il mio miglior campionato e la porto con me in campo e fuori”.

Che effetto ti ha fatto questo Barletta?

“La tifoseria non ha mai smesso di incitare la squadra. Mi spiace per il Barletta, squadra giovane, che però non ha molto da chiedere a questo campionato senza retrocessioni”.

Vittoria importante oggi…

“Grazie a questo successo riusciamo a mantenerci in corsa per i playoff”.

A gennaio si è vociferato di un tuo ritorno a Barletta…

“Di vero non c’era quasi nulla. C’è stata solo una chiacchierata col presidente. Quando ho letto la notizia pensavo fosse una cosa fattibile ma non è stato così”.

Liverani, portiere Barletta

Cosa è successo in occasione del secondo gol?

“Non ho visto partire la palla ed ho commesso un errore”.

A cosa è dovuta questa debacle?

“Non siamo arrivati con la testa giusta a questa partita. Siamo andati subito in difficoltà. Nel secondo tempo abbiamo cambiato atteggiamento , anche perché loro ci hanno concesso più spazio. Siamo dei professionisti e dobbiamo cercare sempre di migliorarci”.

Il Barletta sembra giocare meglio a 4 in difesa…

“Pare che con la difesa a quattro rischiamo di meno, ma questo è dovuto al fatto che loro ci hanno concesso spazio”.

A che punto sei col rinnovo?

“C’è stato un colloquio col direttore. Se dovessi fare la C1 rimarrei sicuramente a Barletta. Quest’anno non stiamo facendo divertire i tifosi. Mi dispiace perchè i fatti vanno dimostrati sul campo. A parole siamo bravi tutti”.

 

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse