Barletta Calcio, Orlandi e le ultime quattro Le dichiarazioni post-Viareggio e le partite che verranno: lo spirito dell'ultimo mese

Barletta Calcio, Orlandi e le ultime quattro <small class="subtitle">Le dichiarazioni post-Viareggio e le partite che verranno: lo spirito dell'ultimo mese</small>

Benevento, Pontedera, Catanzaro, Grosseto. Nel mezzo, la partita vinta a tavolino con la Nocerina. Sono gli ultimi step del Barletta, che si prepara ad affrontare l’ultimo mese di campionato con uno spirito ormai arrendevole. Nonostante la ricerca di stimoli nello spogliatoio, pare davvero difficile trovare un obiettivo per le ultime gare della stagione.

Un obiettivo che non può limitarsi al “fare bene” e “raccogliere il maggior numero di punti per onorare il campionato“. Questa l’impostazione di Orlandi subito dopo Viareggio, in una dichiarazione che, se ci fossero state retrocessioni, avrebbe certificato la condanna alla categoria inferiore. Per fortuna, almeno quest’anno, non è così: diventa allora un cammino fatto di inerzia ed anime messe in pace, in attesa di concentrarsi totalmente sulle vicende societarie.

Ciò che il tifoso si chiede, ascoltando le parole del tecnico, è semplice e legittimo: cos’altro si può fare in una stagione archiviata da mesi? A playoff sfumati da tempo immemore, si è sostituita la politica giovanile con gli innesti dei vari Ferreira, Guglielmi e Morsillo: scelta valida dal punto di vista economico ed imprenditoriale, ma col passare del tempo sempre meno redditizia. Il regolamento dei contributi federali suona come un altro fattore negativo per il Barletta e il suo staff dirigenziale, costretti a fare i conti con la classifica comunque determinante.

La redistribuzione, oltre a valere fino alla quartultima giornata, subisce modifiche per le ultime tre classificate. Il minutaggio ed il successivo calcolo dei proventi vengono ridotti del 20% per terzultima, penultima ed ultima classificata, con il fanalino di coda penalizzato con un altro 30% se il distacco dalla penultima risulterà superiore a cinque punti, così come avvenuto nelle precedenti rilevazioni federali di novembre e febbraio.

Altre due partite, dunque, per massimizzare il profitto dalla linea verde. Le restanti gare serviranno come mero contorno ad una stagione che non ha più nulla da dire. E di questo, in cuor suo, è consapevole anche un Orlandi alla ricerca di obiettivi.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse