Lavagna tattica – A.S.G. Nocerina

 

Da una parte una ritrovata serie positiva, che dura dal 13 gennaio. Dall’altra, una striscia di cinque vittorie consecutive tra le mura amiche. Sono questi i cardini su cui fanno leva Barletta e Nocerina, che si affrontano domani al San Francesco per la quarta giornata di ritorno. Biancorossi chiamati a dare un segnale di continuità, rossoneri affamati di vertice.

Il mercato dei molossi certifica le ritrovate ambizioni della squadra di Auteri, che ha nel mirino i cugini dell’Avellino e la corazzata Latina. Dopo un avvio stentato, i campani si sono inseriti di prepotenza nella lotta playoff, agguantando il terzo posto a -5 dagli irpini. Il cambio modulo operato dal tecnico, passato dal 3-4-3 al 4-3-3, ha compattato e bilanciato i reparti. L’arrivo di un nuovo portiere, inoltre, potrebbe dar vita ad una nuova chiave di lettura della fase difensiva.

[quote_left]Due maglie per tre posti[/quote_left]

Tra i pali, dunque, c’è Alfonso De Lucia, arrivato da Livorno in cambio di Aldegani. Difesa a quattro senza Crescenzi, ceduto al Viareggio, ma con il nuovo tassello giunto da Carpi: il tanto condannato Diagouraga, che aveva manifestato l’intenzione di lasciare il club emiliano subito dopo la firma del contratto, per via di offerte più vantaggiose. Il franco-maliano è in ballottaggio con Andjelkovic e Chiosa per due maglie da titolare: quest’ultimo, preferito allo sloveno anche nella sfida contro il Prato, dovrebbe partire dall’inizio, con i due lunghi (Diagouraga 188 cm, Andjelkovic 193) a contendersi il ruolo di torre difensiva accanto al difensore più rapido.

Sulle fasce, praticamente certo l’impiego di Garufo a destra, scalato sulla linea difensiva in seguito al cambio di modulo, e il rientro di Giuliatto a sinistra, nonostante l’ipotesi Baldan per rimanere più coperti in caso di ripartenze ospiti. Sarà il laterale destro a spingere con più frequenza, mentre il mancino potrebbe ingaggiare un avvincente duello con Carretta.

[quote_right]Un solo dubbio in mediana[/quote_right]

In mediana pochissimi dubbi per Auteri. La coppia formata dall’ex De Liguori e Bruno è il cardine dell’intera formazione, mentre l’utilizzo di Corapi non è così scontato: il nuovo arrivo Nicolas Gorobsov si è ben disimpegnato sia in allenamento, sia nello scampolo di partita nel recupero col Prato e potrebbe essere la sorpresa di giornata.

L’impiego del centrocampista argentino darebbe maggiore copertura al reparto, soluzione che Auteri ha valutato a match acquisito contro i toscani. Per fare la partita, il trequartista catanzarese è sicuramente il giocatore più indicato, avendo già dimostrato di essere abile collante tra il centrocampo e il reparto avanzato.

[quote_left]Pepe scalza Negro?[/quote_left]

L’attacco può contare sui due perni Evacuo e Mazzeo, con il primo punta centrale e il secondo più propenso a svariare alle spalle del centravanti. L’altra seconda punta sarà uno tra Maikol Negro e Vincenzo Pepe. Il primo ha giocato tutta la prima parte di stagione sulla corsia destra, cosa che ha fatto Pepe a Lanciano. Il nuovo arrivo dovrebbe sovvertire le gerarchie di Auteri, scalzando l’eroe della promozione in B dal suo consueto posto nel tridente offensivo.

Clicca qui per visualizzare i convocati

Clicca qui per visualizzare le condizioni meteo

 

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse