Barletta 1922, futuro tutto da decifrare Quasi sfumato l'interesse della cordata campana, al momento nessuna pista concreta

Barletta 1922, futuro tutto da decifrare <small class="subtitle">Quasi sfumato l'interesse della cordata campana, al momento nessuna pista concreta  </small>

Dopo un timido abboccamento, sembrerebbe definitivamente tramontato l’interesse della cordata campana per il Barletta 1922. Il gruppo imprenditoriale guidato da Raffaele Niutta, che avrebbe visto nell’organigramma societario anche la presenza di Francesco Simone e dell’ex biancorosso Gaetano Romano, pare aver tirato definitivamente i remi in barca.

Simone e Romano negli scorsi giorni avevano incontrato la dirigenza dimissionaria del Barletta, chiedendo anche delle rassicurazioni sul fronte “Puttilli” e un incontro con il sindaco Cannito. I problemi personali di Niutta, però, hanno complicato un po’ i piani e ad oggi le quotazioni dei campani sono drasticamente calate. Difficilmente saranno loro a rilevare il sodalizio biancorosso.

La situazione, dunque, resta in divenire. Tutte le cordate che si sono affacciate fino a questo momento hanno posto come condizione fondamentale la consegna dello stadio “Puttilli”, la cui riapertura parziale per l’inizio del campionato dovrebbe essere ad un passo. L’unica certezza è rappresentata dalle dimissioni irrevocabili dell’attuale dirigenza, che non ha nessuna intenzione di ritornare sui propri passi e a più riprese ha confermato l’intenzione di voler cedere la mano. Il puzzle è tutto da comporre, in gioco c’è il futuro di una piazza che vuole tornare ad essere protagonista.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Titolo

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse