Taekwondo, 18 atleti della Bat in gara agli Europei di Rimini Evento in programma sino a domenica prossima presso il prestigioso "Rds Stadium"

Taekwondo, 18 atleti della Bat in gara agli Europei di Rimini <small class="subtitle">Evento in programma sino a domenica prossima presso il prestigioso "Rds Stadium"</small>

Ventiquattro azzurri, di cui ben diciotto tesserati con società della Bat, tutti accomunati da un obiettivo ben preciso: onorare nel migliore dei modi la divisa della nazionale. Hanno preso il via stamattina i campionati europei di taekwondo Itf di tutte le categorie (children, junior, adult e veteran), in programma sino a domenica prossima presso il prestigioso “Rds Stadium” di Rimini.

Nessuno, naturalmente, disdegna la possibilità di salire sul podio continentale. Ci proveranno senza alcun dubbio, di conseguenza, Vincenzo Rocco, Giuseppe Cafagna, Ivan Il Grande, Luca Friolo, Antonio Guglielmi, Natalia Terrone, Michele Dimiccoli, Fabio Dagnello, Gianmarco Areste e Francesco Pio Tedeschi della Federico II di Svevia Barletta, Ferdinando Pistillo, Gabriele Piacenza, Nicola Granito, Nicola Tancredi e Flavio Vania del Team Ardito Andria e Canosa, Katia Sisto, Nicola Sisto e Ruggiero Signoriello della Coreanteam Trinitapoli. La pattuglia azzurra allenata dal commissario tecnico Giuseppe Lanotte è completa con Afrim Qokaj del Team Le Aquile di Muggiò (Monza), Lorenzo Cillario, Matteo Cillario, Simone Sini, Greta Allegra Palombino e Diego Joseph Palombino del Team Palombino di Torino.

“Siamo orgogliosi – ha ammesso Ruggiero Lanotte, presidente della Fitsport e vice presidente della federazione europea – di organizzare nuovamente un campionato d’Europa in Italia, dopo i precedenti di Barletta e Andria. L’impegno è notevole, ma grazie ad uno staff collaudato come il nostro, ci sono tutte le carte in regola per fare bene sotto ogni aspetto. Dal punto di vista agonistico, i ragazzi si sono allenati intensamente e hanno una grande voglia di stupire. Qui ci sono gli atleti più forti del Vecchio Continente, ma anche la nostra nazionale è forte e ha le credenziali per essere competitiva ad alti livelli. Ringrazio tutti i collaboratori per il supporto e faccio un grosso in bocca al lupo ai nostri tecnici e ai nostri ragazzi”.