Puttilli, aggiudicati i lavori di rimozione La Masellis di Sannicandro procederà con l'eliminazione delle vecchie strutture sottostanti

Puttilli, aggiudicati i lavori di rimozione <small class="subtitle">La Masellis di Sannicandro procederà con l'eliminazione delle vecchie strutture sottostanti</small>

Parlare di accelerazioni nelle tempistiche rientra ancora in quelle componenti utopistiche che è meglio non scomodare, soprattutto quando si parla di stadio Cosimo Puttilli. La principale struttura sportiva di Barletta, però, vede compiere un passo in avanti per quel che riguarda la sua cantierizzazione: i lavori di rimozione delle vecchie strutture sottostanti sono stati affidati ufficialmente alla Masellis Surl di Sannicandro di Bari, che già nel periodo estivo era stata indicata come principale azienda incaricata di occuparsi del lotto indicato.

La determina n. 1248 del 31 agosto, vidimata dal dirigente comunale ai lavori pubblici Donato Lamacchia, completa di fatto l’iter burocratico che autorizza l’avvio della cantierizzazione. L’impresa barese ha fatto leva sulla proposta di ribasso al 32,78% sull’importo fissato a base d’asta, che ammontava a 401.934,15 €, al netto degli oneri di sicurezza esclusi dal ribasso e fissati alla cifra di 7.178, 75 €. Le pratiche per l’aggiudicazione verranno completate con la convenzione che verrà successivamente firmata tra il Comune di Barletta e la Masellis, documento imprescindibile per l’inizio dei lavori.

PROMO mini

Rimuovere gli spalti posizionati sotto il nuovo Puttilli è componente indispensabile per raggiungere quantomeno l’agibilità parziale. Nonostante la normativa federale escluda la possibilità di far disputare match ufficiali in un impianto contemporaneamente soggetto a cantierizzazione, si sta lavorando per ottenere una deroga e trasferirsi dal Manzi-Chiapulin al Puttilli anche a stagione in corso: è questo, infatti, uno degli obiettivi del Barletta 1922 nello specifico, la cui dirigenza ha evidentemente pensato anche a questa evenienza nel momento in cui ha rinunciato alla campagna abbonamenti.

La cantierizzazione, inoltre, dovrebbe comportare anche la sospensione delle attività podistiche sulla pista d’atletica, che al momento sono le uniche praticabili nello stadio di via Vittorio Veneto. L’interesse generale, però, è quello di raggiungere l’agibilità completa e permettere alle associazioni sportive barlettane di smistarsi in più impianti, evitando la rapidissima erosione del sintetico in via dei Mandorli. Ragionando uno step alla volta, il 2019 potrebbe essere foriero di novità importanti.

PROMO mini
PROMO mini