Barletta 1922, basta briciole Una salvezza in Eccellenza non è un obiettivo, serve una lotta al vertice

Barletta 1922, basta briciole <small class="subtitle">Una salvezza in Eccellenza non è un obiettivo, serve una lotta al vertice</small>

C’è una grossissima differenza tra festeggiamenti e liberazione. Definirlo sospiro di sollievo è riduttivo, se si pensa a quello che il Barletta 1922 ha attraversato da luglio in poi. La salvezza conquistata contro l’UC Bisceglie ha tante sfaccettature, compresa quella che include chi non ha esultato per l’esito della stagione 2017/2018. Ogni reazione al fischio finale, però, ha un minimo comune denominatore: non è concepibile che una realtà del genere debba accontentarsi di una permanenza nel quinto livello del calcio nazionale, peraltro attraverso uno spareggio con la seconda squadra di una città che vanta appena dieci stagioni nel professionismo.

PROMO mini

Qual è, quindi, il viatico per imparare qualcosa da questa stagione e dimenticarla al più presto? La miglior medicina per una piazza spenta e avvilita per le sofferenze di quest’anno, eccezion fatta per il playout di domenica scorsa, è un rilancio delle ambizioni. Inutile prendersi in giro: Mario Dimiccoli, Walter Dileo e Pino Pollidori hanno mantenuto in piedi la baracca dall’estate 2017, Vincenzo Bellino ha preso a cuore le sorti della juniores fino alla seconda sconfitta in due anni nella finale regionale. Ma serve qualcosa in più, serve che la mobilitazione intorno al Barletta Calcio si arricchisca di figure positive, costruttive e possibilmente disposte a sostenere una causa sacrosanta per il blasone del club.

Al momento, nessuno si aspetta di toccare i picchi del quadriennio 2005-2008, quello che ha portato al triplo salto dalla Promozione alla Lega Pro. Diverse componenti, però, potrebbero sicuramente essere d’aiuto a breve e lungo termine. La questione meramente economica, innanzitutto: partendo dal presupposto che il diritto di amministrare un patrimonio è solo di chi ce l’ha, contribuire all’allargamento della base societaria sarebbe tuttavia un incarico ricco di orgoglio e responsabilità, caratteristiche che la Barletta imprenditoriale ha sempre messo in mostra a livello nazionale e non. Concatenato a questo fattore, poi, c’è quello dell’impiantistica: senza il Puttilli, tutto questo discorso non avrebbe senso. O avrebbe senso solo a metà.

Non avrebbe senso nel caso in cui ci si fermi all’abbattimento delle vecchie strutture, che vedrà un passaggio fondamentale lunedì, o nel caso in cui la campagna elettorale ormai agli sgoccioli confermi una tendenza volta ad ignorare la tematica. Nessun candidato sindaco si è interessato della vicenda, eccezion fatta per una sporadica quanto incoerente presenza al Manzi-Chiapulin durante i playout. Avrebbe senso a metà, invece, se il rilancio delle ambizioni non necessitasse del Puttilli.

In parole povere, il problema di via Vittorio Veneto rischia di diventare un alibi. Allestire una squadra di vertice, attirare spettatori fino al sold-out e costringerne cinicamente altri a rimanere fuori suonerebbe come uno schiaffo a Coni ed amministrazione comunale, la cui inoperosità e negligenza finirebbe inevitabilmente a far arrivare l’acqua alla gola di entrambe le istituzioni. È una provocazione, nulla più, ma dopo un decennio di problematiche irrisolte sarebbe il caso di rispondere ai mali estremi con gli estremi rimedi.

Cinque anni fa, il Barletta Calcio vinceva un playout infinitamente più importante rispetto a quello di domenica scorsa. All’epoca, forse qualcuno di cui oggi si richiama l’attenzione si complimentava con i biancorossi, o addirittura era presente al Puttilli prima e al Degli Ulivi di Andria poi, o ancora sosteneva direttamente la squadra. Una mano, posto sempre il libero arbitro sul proprio patrimonio, forse oggi andrebbe messa sulla coscienza.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini