Barletta-Omnia Bitonto 1-3, le pagelle Si salva solo Trotta, caos totale nel primo tempo

Barletta-Omnia Bitonto 1-3, le pagelle <small class="subtitle">Si salva solo Trotta, caos totale nel primo tempo</small>

Una sconfitta preventivabile, considerando l’avversario, ma il modo in cui arriva e l’inversione di tendenza rispetto alle due vittorie con Casarano e Novoli accentuano la delusione e la rabbia. Il Barletta cade 1-3 al Manzi-Chiapulin contro l’Omnia Bitonto e riporta i piedi per terra in chiave salvezza. Non basta il gol di Trotta in un momento di confusione totale che parte da Cinque e si estende ai giocatori in campo, nonostante l’uomo in più fin dal primo tempo.

PROMO mini

Maraglino, voto 5,5: un buon salvataggio sulla punizione di Picci compensa un’uscita tardiva sul primo gol e un lento conteggio dei passi sulla punizione del secondo. Solo mezz’ora per lui, prima della sostituzione per la regola degli under.

Cicerelli, voto 5,5: più timido rispetto alle scorse partite, soffre l’uno contro uno con Lavopa che parte estremamente largo. Costretto a stringersi ed allargarsi nel giro di pochi secondi, fa fatica a gestirsi tatticamente ma, in ogni caso, i pericoli maggiori arrivano per vie centrali o sulla corsia opposta.

Ola, voto 5: giornata negativa per il centrale biancorosso, costretto a battagliare con Patierno e Picci per larghi tratti del match. I tre gol pesano, soprattutto il primo e il terzo, in cui difetta in marcatura insieme al resto della squadra.

Grazioso, voto 5: stesso discorso che vale per il suo compagno di reparto, nonostante riesca a vincere qualche contrasto aereo in più, cosa non da poco contro la fisicità dell’Omnia. Anche per lui, però, la sufficienza è troppo lontana.

Varola, voto 5,5: altra vittima dei cambi alla mezz’ora, il laterale andriese fa il possibile sulla fascia di competenza. Qualche sbavatura nel disimpegno, causata sia dal pressing avversario sia dalla staticità dei centrocampisti, poi la sostituzione forzata.

Flop del centrocampo, male Milella.

Milella, voto 5: in una mediana con un ritmo in netto calo rispetto alle domeniche precedenti, il primo sguardo va ovviamente al centrocampista napoletano, termometro d’intensità in mezzo al campo. Nervoso, commette falli inutili e deleteri per la squadra, specchio della confusione collettiva.

Laboragine fatica in marcatura.

Laboragine, voto 5,5: colpevole in fase difensiva, soprattutto in occasione delle marcature, prova comunque a farsi perdonare in fase d’impostazione. Qualche palla pericolosa a centro area, sia su punizione sia su calcio d’angolo, ma i suggerimenti si perdono nel vuoto.

D’Ercole, voto 5: terzo sostituito alla mezz’ora, continua ad essere avulso dagli schemi del Barletta. Vittima sacrificale a centrocampo, si fa sovrastare dalla mediana dell’Omnia, ben più fisica, tecnica e cattiva sulle palle contese. Il cambio sarebbe arrivato ugualmente, anche senza situazione compromessa.

Tommasi e Berardi, due insufficienze.

Tommasi, voto 5: si intestardisce nell’uno contro uno, per poi non scaricare palla e perdere il controllo sul raddoppio di marcatura. Il riassunto della sua partita è tutto qui, con pochissimi spunti offensivi e scarsa collaborazione col reparto offensivo.

Lieggi, voto 5: la stazza degli avversari limita le sue folate, equiparando la sua partita a quella di D’Ercole, con la differenza di qualche tentativo più concreto. Poco da segnalare, però, in una partita in cui si fa fatica ad entrare in area.

Trotta non basta, Lieggi bloccato.

Trotta, voto 6: unica sufficienza della domenica, si inventa un destro che riapre le speranze dei biancorossi per qualche minuto. Cerca la fiammata, la trova anche nel secondo tempo e chiede un rigore piuttosto solare, ma per Trevisan il contatto è cercato.

Cristallo, voto 5,5: entra per Maraglino e gestisce il minimo indispensabile, eccezion fatta per la punizione del terzo gol, su cui si fa trovare impreparato e dimostra un calo nei riflessi. Nel secondo tempo non corre pericoli.

Berardi, voto 5: entra per D’Ercole con l’obiettivo di alzare l’asticella tecnica e fisica a centrocampo, ma si rivela un flop. Approccio poco convinto fin dal riscaldamento, l’atteggiamento si ripercuote in campo.

Le colpe di Cinque passano dalle scelte iniziali.

Saani, voto 5,5: l’ingresso alla mezz’ora scuote l’attacco biancorosso e coglie di sorpresa la difesa ospite, soprattutto l’ex Montrone, ma la grinta del ghanese si esaurisce prima del previsto. Pochi spunti contro la rocciosa retroguardia bitontina, nonostante la superiorità numerica.

Grumo, voto 5: Cinque lo inserisce nel secondo tempo dopo aver constatato l’impossibilità di tirare in porta da distanza ravvicinata, ma all’andriese non arrivano palloni da calciare dal limite. Poco spazio, si uniforma al resto della squadra.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini