Barletta 1922, stangata dal Tribunale Federale: ammenda e porte chiuse I fatti risalgono a Trani-Barletta 4-3 del marzo scorso, fattore scatenante delle conseguenze di aprile

Barletta 1922, stangata dal Tribunale Federale: ammenda e porte chiuse <small class="subtitle">I fatti risalgono a Trani-Barletta 4-3 del marzo scorso, fattore scatenante delle conseguenze di aprile</small>

Tre turni casalinghi a porte chiuse e 500,00 € di sanzione economica. È questo il verdetto del Tribunale Federale Territoriale, la cui mannaia si abbatte sul Barletta 1922 a distanza di otto mesi dagli episodi presi in esame. Le vicissitudini dello scorso finale di stagione, infatti, si ripercuotono sul campionato attuale sia in termini di squalifiche, sia sotto l’aspetto prettamente finanziario.

Il Procuratore Federale della FIGC ha preso in esame le conseguenze di Vigor Trani-Barletta 4-3, match di fine marzo che ha scatenato la contestazione degli ultras biancorossi. Si fa riferimento non solo all’annullamento della prima seduta di allenamento successiva alla partita, ma anche alle maglie da gioco indossate per le ultime due sfide di campionato contro Noicattaro ed Hellas Taranto. Il provvedimento, testuali parole, arriva infatti per aver annullato la seduta di allenamento della prima squadra della propria società di appartenenza, prevista per il giorno 28/3/2017, così sottostando alle minacce poste in essere dai sostenitori della stessa squadra che avevano manifestato la volontà di contestare aspramente i calciatori in occasione della medesima seduta di allenamento; nonché per aver fatto giocare la prima squadra della propria società ,nelle due ultime gare del campionato di Eccellenza della Regione Puglia della stagione sportiva 2016-2017, con una maglia diversa rispetto a quella normalmente utilizzata, così sottostando alla minaccia posta in essere dai sostenitori della stessa squadra i quali, alla fine della gara del 26/3/2017 tra Barletta e Trani avevano inveito nei confronti dei calciatori definendoli indegni di indossare la maglia sociale.

Bellino Mini Wide

Inibiti per sei mesi anche cinque dirigenti in carica all’epoca dei fatti: Sabino Falco, Ruggiero Cristallo, Vincenzo Bellino, Alessandro Ferrigni e Domenico Zingrillo.

In ogni caso, la dirigenza biancorossa è intenzionata a presentare ricorso per scagionare il club da qualsiasi forma di accusa e cancellare le sanzioni economiche e logistiche poste in atto dal Tribunale Federale Territoriale.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide