Puttilli, ritardi su ritardi: burocrazia a rilento La nota di Calabrese sull'Ufficio Bandi e Gare, aspettando l'amministrazione comunale

Puttilli, ritardi su ritardi: burocrazia a rilento <small class="subtitle">La nota di Calabrese sull'Ufficio Bandi e Gare, aspettando l'amministrazione comunale</small>

Le tempistiche aggiornate alla settimana scorsa lasciavano intravedere circa quindici mesi di attesa per la consegna del Cosimo Puttilli, stando a quanto riportato in merito alla demolizione dei settori sottostanti e alla costruzione dei servizi correlati alla struttura. Forza trainante avrebbe dovuto essere l’amministrazione comunale, tra l’altro impegnata nel completamento della procedura a cavallo di due mandati, viste le elezioni amministrative del prossimo anno, ma i ritardi burocratici continuano a condizionare l’avanzamento delle pratiche.

A sottolineare le problematiche a cui sta andando incontro il Comune di Barletta è Gennaro Calabrese. Il politico barlettano, infatti, ha sollevato i dubbi sull’effettivo stato della burocrazia. L’inizio delle operazioni di demolizione rappresentano lo step più immediato all’atto pratico, ma c’è da assegnare i lavori tramite il bando attualmente sotto analisi dell’Ufficio Gare comunale. Il tutto, inoltre, dovuto ad una lacuna nella progettazione a monte, che di fatto ha rallentato l’andamento della procedura di ristrutturazione. Dopodiché, toccherebbe allo step relativo ai servizi, che porta via più della metà della tempistica prevista. Stando alla nota di Calabrese, l’amministrazione comunale non avrebbe intenzione di accelerare l’aspetto burocratico, per evitare di terminare un progetto che, sicuramente, finirà ben oltre il mandato ormai in dirittura d’arrivo.

Betland mini wide

Come ho avuto modo di spiegare pochi mesi fa approfondendo la situazione dello stadio comunale, il 20/02/2012 con Deliberazione di G.C. n°25 la giunta aveva approvato il progetto preliminare redatto dalla s.p.a. “CONI servizi”, in ordine ai lavori di adeguamento funzionale dello Stadio “Puttilli”, dell’ammontare di 3.000.000 di euro. Lavori   che, a seguito dello svolgimento di una gara d’appalto, furono assegnati per un importo complessivo di 2.036.750 di euro alla ditta C.M.S. s.r.l. di Nocera Inferiore. Tuttavia, ai fini del rilascio dell’agibilità, nel progetto iniziale non erano stati previsti dei lavori fondamentali, tra questi la demolizione dei vecchi spalti in cemento armato, che persistono accanto al nuovo manufatto. E’ evidente che è stato commesso un errore nella progettazione a monte, poiché il fatto che non sia stata prevista la demolizione delle vecchie gradinate è un vero e proprio paradosso. Il 28/07/2017 l’Amministrazione comunale, attraverso una Manifestazione di Interesse, ha messo per iscritto l’intenzione di partecipare alla selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento dei lavori per la demolizione delle tribune inagibili e servizi. Il tempo stimato per la conclusione di questi lavori è di sei mesi. Ad oggi l’Ufficio Bandi e Gare del Comune di Barletta non ha ancora indetto la procedura negoziata, nonostante molte imprese di tutta Italia abbia già manifestato l’intenzione di partecipare alla presentazione dell’offerta più vantaggiosa per l’amministrazione. Senza contare che dopo la demolizione delle gradinate, bisognerà mettere a bando tutti i lavori che sarà necessario portare a termine ai fini dell’agibilità dello stadio “Puttilli” che al momento sono ferme al progetto definitivo, al quale come da prassi dovranno susseguirsi   il   progetto  esecutivo  e la gara  d’appalto. L’appalto èstimato da cronogramma a circa nove mesi. E’ dunque chiaro che i tempi si stanno allungando più del previsto e dell’ordinario. Al di là delle false promesse che sono state fatte e si continueranno a fare, purtroppo mio malgrado devo constatare che i fatti dicono tutt’altro. Invece di accelerare i tempi, è evidente che l’Amministrazione si è adagiata e non dà il minimo sentore di volersi dare una mossa. Dopotutto al sindaco Cascella tutto ciò non interessa, dato che a Maggio non ci sarà più. Perché impegnarsi per qualcosa i cui risultati e successi verranno“riscossi” da qualcun altro? Tuttavia in questi cinque anni ci sarebbe stato tutto il tempo per fare ciò che andava fatto per far funzionare di nuovo lo stadio comunale come e meglio di come i cittadini ancora lo ricordano.

Questa, la nota di Calabrese. Al più presto, dunque, sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale risponda in merito ai ritardi in questione, dando un segnale di interesse che, dopo le blande accelerazioni di questa primavera, ha cominciato a latitare già dall’estate. Nel frattempo, c’è ancora da inaugurare una pista d’atletica e da smistare le associazioni sportive cittadine dal Manzi-Chiapulin in altre location per una migliore fruizione. E tutto questo non può aspettare l’inizio di un altro mandato.

Zerodue Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide