Tennistavolo, l’Acsi Onmic Lamusta ben figura a Vasto e Casamassima Ottima prova per Maurice Rotondo e Cosimo Sguera. Bene anche Sardella e Damato

Tennistavolo, l’Acsi Onmic Lamusta ben figura a Vasto e Casamassima <small class="subtitle">Ottima prova per Maurice Rotondo e Cosimo Sguera. Bene anche Sardella e Damato</small>

Nello scorso week-and e’ andato in scena un altro atto, l’ennesimo, dell’attivita’ agonistica individuale FITET che, come ogni anno, prelude ai Campionati a squadre, sia regionali che nazionali.
Sabato scorso,16 settembre, la città di Vasto (Ch) ha ospitato il 2^ Torneo Nazionale  Individuale Open, manifestazione riservata ad atleti di qualsivoglia categoria.
Ben otto le gare previste nelle quali oltre 200 pongisti, giunti nella localita’ abruzzese da ogni dove dello Stivale, si sono affrontati a viso aperto con il chiaro intento di conseguire un piazzamento di prestigio o, nel caso degli atleti piu’ valenti , di conquistare un gradino del podio.
Come da tradizione ultratrentennale, la Polisportiva ACSI ONMIC Ottica  Lamusta Barletta non poteva “mancare” al prestigioso appuntamento.

Il sodalizio barlettano ha preso parte all’evento teste’ menzionato con il Presidente nei panni,tutt’altro che usuali, di atleta.
Nonostante una fastidiosa epicondilite che lo affligge da quasi un anno, il massimo dirigente del club barlettano ( che riveste anche l’incarico di tecnico federale da ben 22 anni) ha venduto cara la pelle.Inserito in un girone di qualificazione particolarmente insidioso, il 53enne portacolori dell’ACSI ONMIC Lamusta Barletta si e’ sbarazzato agevolmente di David Pascucci (T.T. Montesilvano), ha letteralmente travolto l’esperta Eleonora Leopardi ( giocatrice di Ascoli Piceno tesserata per la Pol. S.Gabriele Vasto) e si e’ aggiudicato un match combattutissimo (3 sets a 2) con il romano Giovanni Stellato.
Approdato con pieno merito al tabellone eliminatorio, il “veterano” barlettano ha proseguito la sua marcia trionfale approdando ai quarti di finale dove ad attenderlo c’era una vecchia conoscenza, il pugliese (nativo di Galatina) Daniele Marra, attualmente in forza al T.T. Antoniana Pescara. Il confronto e’ stato avvincente, equilibratissimo e particolarmente combattuto: il salentino si e’ imposto nel primo set per 11 a 8, il barlettano ha ribaltato l’andamento del match vincendo la seconda e la terza frazione di gioco, Marra ha vinto in extremis il quarto set (ristabilendo la parita’) e, al termine di un’autentica battaglia, ha prevalso per 11 a 8 nell’ultimo game,facendo suo un confronto incerto fino agli ultimi punti.

Zerodue Mini Wide

Il mancato accesso alla semifinale ( e,quindi, al podio dal momento che vengono premiati i primi quattro atleti di ogni gara) e’ stato un “amaro calice” per un atleta, quello barlettano, visibilmente penalizzato dall’infortunio al braccio ma sostanzialmente gratificato dall’encomiabile prestazione.
Scendendo su un gradino leggermente “piu’ basso” ma di  importanza comunque rilevante, domenica 17 settembre l’ACSI ONMIC Ottica Lamusta Barletta ha partecipato al 1^ Torneo Regionale Individuale FITET di Quarta Categoria, svoltosi a Casamassima (Ba).
Tanti, anche in questa manifestazione, i giocatori recatisi nella localita’ del Sud Barese in rappresentanza di tutti i sodalizi pugliesi.
Enzo Sansonne, Giuseppe Damato, Francesco Li Bergolis, Dominique Straniero, Maurice Rotondo e Mario Sardella hanno costituito il “plotoncino” del club barlettano.
Attenzione doverosa alla performance del neo acquisto Maurice Rotondo, testa di serie n. 3 del tabellone ed accreditato per un piazzamento di prestigio.Il valentissimo pongista italo – francese ( tornato a vestire la maglia del sodalizio ACSI ONMIC Lamusta dopo nove anni di assenza) ha fatto registrare un eccellente start, primeggiando in un girone di qualificazione pieno di “spine”. Rotondo ha prevalso sull’ostico Capobianco ( T.T. Monopoli), ha superato la giovane promessa Gabriele Bux ( T.T. Casamassima) e ha dovuto disputare ben 5 sets  per piegare la resistenza  dì Martucci, altro prodotto di qualita’ del vivaio casamassimese.Entrato nel tabellone eliminatorio, Maurice Rotondo ha superato, nei sedicesimi di finale, Alessio De Pinto ( C.T.T. Molfetta) giungendo agli ottavi.
Avversario di turno il temibile Saverio Gambacorta (T.T. Bari),  un’altra ex  bandiera del sodalizio barlettano nel Campionato Nazionale di Serie C1 2009 – 2010.

Il pongista transalpino non e’ riuscito ad esprimere il suo immenso potenziale tecnico, e’ apparso teso sin dai primi punti del confronto e, al termine di una partita esteticamente scadente, ha dovuto arrendersi all’ostico barese.Prestazione piu’ che ammirevole quella offerta dal quindicenne Mario Sardella.La giovane speranza del pongismo barlettano, pure lottando come un leone, e’ rimasto “intrappolato” in un girone di qualificazione intriso di insidie. L’enfant prodige dell’ACSI ONMIC Lamusta ha addirittura superato per 3 a 2 il temibilissimo Domenico Lavermicocca (T.T. Casamassima), ha perso per 1 a 3 il match contro Antonello Derobertis ( Pugliavventura Conversano), si e’ arreso (solo al quinto set per 13 a 15, dopo essere stato in vantaggio per 2 a 0) al validissimo Berardino Voltarella (C.T.T. Molfetta).

Ha fatto cio’ che era nelle sue possibilita’ il veterano Enzo Sansonne.Dopo avere perso il confronto contro la vecchia volpe Leonardo Scardigno( C.T.T. Molfetta), il giocatore tranese, in forza al sodalizio ACSI ONMIC Lamusta, ha vinto nettamente contro Paolo Varesano (T.T. Corato) e contro Flavio Lavermicocca ( T.T. Casamassima).Acquisita la qualificazione al tabellone eliminatorio, nei sedicesimi di finale Sansonne nulla ha potuto contro l’emergente Alan Buccolieri (T T. Casamassima).Si e’ distinto ,senza ombra di dubbio, Francesco Li Bergolis, giovane di belle speranze approdato al club barlettano da poco piu’ di un mese.Il sedicenne manfredoniano ha dominato e vinto il girone di qualificazione,prevalendo su Nicola Meneghella (T T. Casamassima), imponendosi addirittura sull’ostico Andrea Sciuga ( T.T. Salento Lecce) e vincendo pure con il gioiellino Leonardo Maria Coletta (T.T. Fiaccole Castellana Grotte).Nei sedicesimi di finale ha combattuto contro il bravo Martucci (T T. Casamassima) ma alla fine ha dovuto arrendersi per 1 a 3.
Girone “dantesco” anche per il gladiatore Giuseppe Damato.
Il bombardiere barlettano ha dovuto  faticare (3 sets a 2 lo score finale) per avere la meglio su Alberto Destino (T.T. Mesagne), ha prevalso su Amendolito ( T.T. Casamassima) ma non l’ha spuntata con Amerigo Mascella (ex atleta del club barlettano nella stagione 2009 -2010 in serie C1 Nazionale ed attualmente in forza al Casamassima) che lo ha sconfitto 3 a 2. Approdato al tabellone eliminatorio, l’attaccante barlettano si e’ rirovato opposto, nei sedicesimi di finale, a Lorenzo Magarelli (astro nascente del C.T.T. Molfetta e vincitore del Torneo).Damato ha avuto un avvio travolgente che gli ha consentito di portarsi momentaneamente sul 2 a 0. Magarelli,approfittando di un calo del fighter barlettano, ha ristabilito la parita’ e,nel set decisivo, ha vinto per 11 a 9 dopo un’interminabile battaglia.
Non ha assolutamente deluso Dominique Straniero, autore di una prestazione tanto incoraggiante  quanto sfortunata.

La punta di diamante dell’ACSI ONMIC Ottica Lamusta Barletta e’ partito come un treno ad alta velocita’, travolgendo Salvatore Ladisa ed Andrea Carlone (entrambi pongisti del T.T. Casamassima).Il piccolo capolavoro e’ stato completato con la vittoria per 3 a 1 su Vito Gerardi (ex colonna del club barlettano,attualmente con la casacca del T.T. Monopoli).Entrato nel tabellone eliminatorio, Straniero ha subito “mostrato i muscoli”, imponendosi per 3 a 0 sull’esperto Nicola Boffoli ( C.T.T. Molfetta) ed accedendo agli ottavi di finale.L’ostacolo da superare e’ Roberto De Carolis, osso durissimo del T.T. Casamassima.Il giovane barlettano ha davvero dato il meglio di se’: ha ceduto di misura nel primo set, ha vinto il secondo ed il terzo, ha
avuto un leggero calo nel quarto consentendo all’avversario di riequilibrare il match, ha lottato come un gladiatore nel quinto,  arrendendosi per 9 a 11 dopo essere stato in vantaggio.
Nulla,assolutamente nulla da rimproverare al talentuoso barlettano che ha fatto vedere i “sorci verdi” al suo avversario (finalista in questo Torneo con il gia’ menzionato Magarelli).

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
Zerodue Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide