Barletta 1922, juniores da favola: batte Cerignola e centra il triangolare regionale Decisive le parate di Cristallo nella lotteria dei calci di rigore

Barletta 1922, juniores da favola: batte Cerignola e centra il triangolare regionale <small class="subtitle">Decisive le parate di Cristallo nella lotteria dei calci di rigore</small>

Per una Barletta che piange e si lecca le ferite, ce n’è un’altra che ride. E’ la Juniores di mister Dipaola, che si aggiudica lo spareggio contro l’Audace Cerignola e accede alla fase regionale.

La gioia della Juniores dopo la vittoria ai rigori.

Nella cornice del “San Sabino” di Canosa, dopo lo 0-0 nei 120 minuti fra tempi regolamentari e supplementari, i biancorossi si impongono per 4-2 ai calci di rigore: protagonista della vittoria il numero uno Antonio Cristallo, autore di due splendide parate su D’Ercole e Casieri. E’ toccato a Davide Cormio, invece, il rigore decisivo. Sulla strada del Barletta 1922 ora ci saranno Unione Calcio Bisceglie e Bitonto, vincitori rispettivamente dei gironi B e C.

PROMO mini

Tanta la soddisfazione al termine della partita per mister Dipaola: “La vittoria di oggi ci premia per i tanti sacrifici fatti in una stagione difficilissima. Abbiamo battuto una squadra fortissima che lo scorso anno ha fatto strada arrivando anche alle fasi nazionali. Le emozioni che questi ragazzi mi hanno trasmesso sono fortissime. Abbiamo passato una stagione senza avere uno spazio tutto nostro, costretti ad elemosinare metà campo a questa o a quella squadra e se siamo arrivati fin qui lo devo al presidente della juniores Bellino ed agli altri dirigenti che hanno creduto in me nonostante la diffidenza iniziale. Questa vittoria non è casuale, è frutto del lavoro, del gruppo e del sacrificio”. La dedica del tecnico biancorosso è tutta per i tifosi, accorsi in massa sugli spalti dell’impianto canosino: “Voglio dedicare questo successo ai tifosi che ci hanno seguito a Canosa incitandoci per tutta la gara. In una stagione difficile come questa siamo felici di avergli regalato un sorriso”. Infine, un ringraziamento speciale: “Ringrazio tutti coloro i quali mi sono stati vicino ma in particolare Francesco Dipiano, Ruggiero Scommegna, Ruggiero Maffione e Tonio Quinto”.

PROMO mini
PROMO mini