Il Cristian sfiora l’impresa, il PesaroFano accede in finale K.o. con onore per i biancorossi che sfiorano più volte il pari nel finale

Il Cristian sfiora l’impresa, il PesaroFano accede in finale <small class="subtitle">K.o. con onore per i biancorossi che sfiorano più volte il pari nel finale</small>

Non riesce l’impresa al Cristian Barletta. I biancorossi di Antonio Dazzaro sfiorano il colpaccio con la fortissima PesaroFano, ma devono arrendersi dinnanzi a un super Weber. Non basta il momentaneo pari di Cristian Iglesias e il 2-3 di Garrote: sono i marchigiani ad accedere in finale, al termine di una partita ben interpretata da Capacchione e compagni, in grado più volte di mettere in difficoltà i più quotati avversari.

Atteggiamento attendista per il Cristian Barletta, che tuttavia non rinuncia a produrre occasioni di gioco. Due tentativi di Garrote esaltano i riflessi di Weber, ma è il PesaroFano a passare al 4′ con Egea, che approfitta di una disattenzione biancorossa e supera Filò. Gli uomini di Dazzaro mostrano i denti e reagiscono trenta secondi dopo, grazie a Cristian Iglesias, che sfrutta la sponda di Waltinho e batte Weber. I marchigiani non accusano il colpo e continuano a macinare gioco, lasciando però spazio a rapidi contropiedi del Cristian. Le occasioni si concentrano nella fase conclusiva della prima frazione: prima Hector a botta sicura costringe Filò a un intervento plastico, poi ci vuole un super Weber per fermare il tap-in di Capacchione, a pochi secondi prima della sirena.

PROMO mini

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per il Cristian che subisce la rete dell’1-2 in modo rocambolesco da Hector, che deposita comodamente la palla in rete di testa. I biancorossi faticano a produrre gioco, rendendo più semplice il compito alla corazzata marchigiana, che trova il doppio vantaggio con uno sfortunato autogol di Cristian Iglesias. Proprio nel momento di maggiore difficoltà, i barlettani trovano la forza di reagire: al 9′ è infatti Garrote ad accorciare le distanze, sfruttando l’assist di Muoio. Ultimi minuti di emozioni, ma allo stesso tempo di grande rammarico: il Cristian sfiora più volte il gol del pari con Capacchione prima e con Waltinho dopo, ma in entrambi i casi è super Weber. I tentativi biancorossi si infrangono sul forte portiere del PesaroFano, che mantiene i suoi in vantaggio fino al fischio finale. Sconfitta a testa altissima per la formazione barlettana, che abbandona la competizione dopo aver dimostrato ampiamente di potersela giocare anche con squadre costruite per la Serie A. Archiviata la pratica Coppa, servirà ora trovare le giuste energie per un finale di stagione che, si spera, possa regalare meritate soddisfazioni.

 

PESAROFANO: Weber, Tres, Tonidandel, Stringari, Hector, Gennari, Burato, Egea, Bonci, Lamedica, Mercolini, Vagnini. All: Cafù

BARLETTA: Filò, Capacchione, Garrote, Waltinho, Cristian, Dell’Olio, Prezioso, Binetti, Dibenedetto, Gabriel, Acocella, Capuano. All: Dazzaro

MARCATORI: 4’01’ Egea, 4’30’ Cristian, 00’26’ s.t. Hector, 4’16’ aut.Cristian, 9’38’ Garrote.

AMMONITI: Gabriel, Capacchione.

ARBITRI: Riccardo Davì (Bologna), Giulio Colombini (Bassano del Grappa), Vincenzo Tafuro (Brindisi) CRONO: Raffaele Ricci (Foggia)

I COMMENTI DI MISTER DAZZARO E DEL DS RUGGIERO PASSERO

Una sconfitta che lascia qualche rammarico per un risultato che poteva essere raddrizzato ma che allo stesso tempo inorgoglisce tutto l’ambiente Cristian Barletta, conscio di aver portato ancora una volta in alto il nome della città di Barletta e di aver giocato alla pari contro le migliori formazioni di tutta la serie A2. Questo è in poche parole ciò che resta dopo il 3-2 subito dal PesaroFano nella semifinale delle Final EIght di Coppa Italia e questo è ciò che traspare dalle parole rilasciate nel post partita da mister Dazzaro e dal ds Ruggiero Passero.

Non nasconde l’orgoglio l’allenatore biancorosso: “Sono orgoglioso dei miei ragazzi, abbiamo giocato la miglior partita degli ultimi 3 anni mettendo in difficoltà una squadra di categoria superiore. Ci è mancata la zampata che ci avrebbe portato ad ottenere un risultato positivo ma davvero non posso rimproverare nulla a questo gruppo fantastico”. Il bilancio della partecipazione alle Final Eight è chiaramente positivo: “Siamo davvero contenti di quanto fatto vedere qui a Martina Franca. Abbiamo dimostrato con forza di non essere la cenerentola della manifestazione, ribadendo in più occasioni la nostra forza. Quanto fatto qui rappresenta un ulteriore tappa nel nostro processo di crescita verso obiettivi più ambiziosi”.

Alle parole di mister Dazzaro fanno eco quelle del direttore sportivo Ruggiero Passero: “Possiamo essere solo orgogliosi di questi ragazzi, ci hanno regalato emozioni bellissime e vanno solo ringraziati. La partita di oggi si poteva anche vincere, ma quello che conta è aver dimostrato ancora una volta il nostro valore. Quanto visto in questi 2 giorni certifica ancora una volta la nostra crescita, stiamo ricevendo grande affetto e grande stima da tutti i nostri tifosi. Vogliamo continuare così, vogliamo continuare a stupire”.

PROMO mini
PROMO mini