Larosa gol, l’Avetrana espugna il “Manzi-Chiapulin” Biancorossi rimontati dagli jonici. Decide una rete del centrale barlettano

Larosa gol, l’Avetrana espugna il “Manzi-Chiapulin” <small class="subtitle">Biancorossi rimontati dagli jonici. Decide una rete del centrale barlettano</small>

Una delle pagine più nere della storia del Barletta. I biancorossi di mister Pizzulli cedono per 2-3 all’Avetrana, dopo esser passati per due volte in vantaggio e aver subito la rimonta degli jonici, abili poi a conquistare l’intera posta in palio con un colpo di testa del barlettano Larosa.

Primo tempo- Ritmi blandi a inizio gara: il Barletta ci prova con una conclusione di Sguera, che scalda i guanti di Amabile. L’Avetrana si affida alle ripartenze dell’esperto Coquin, ma si fa notare poco dalle parti di Moschetto. Alla prima occasione i biancorossi passano: Mignogna va via sull’out di destra e serve Sguera che, tutto solo, batte facilmente Amabile. Nel momento migliore del Barletta, i tarantini pervengono al pareggio: punizione perfetta di Cappellini che lascia di sasso Moschetto e si infila sotto l’incrocio. Al 37’ ci prova Sguera con un avvitamento in area, ma palla che termina tra le braccia di Amabile. All’ultima occasione del primo tempo tuttavia il Barletta trova il nuovo vantaggio: Mignogna offre un pallone invitante a Lavopa, che non sbaglia dal limite dell’area spiazzando Amabile. 2-1 e biancorossi avanti a fine primo tempo.

PROMO mini

Secondo tempo: La ripresa si apre con un’ottima chance per l’Avetrana capitata sui piedi di Cappellini, ma è bravo Moschetto a opporsi con i piedi. Tre minuti più tardi però, l’estremo difensore biancorosso nulla può sul colpo di testa di Richella, che sfrutta un cross di Cimino e riporta il risultato in parità. Il Barletta accusa il colpo e subisce al 53’ la rete del 2-3: il barlettano Larosa svetta tutto solo in area e supera incredibilmente Moschetto. I biancorossi si fanno notare con un corner insidioso di Mignogna, che viene salvato sulla linea da Marinaro. Negli ultimi dieci minuti, gli uomini di Pizzulli si rendono poco pericolosi, facilitando il compito all’Avetrana, che va vicina alla quarta rete con rapide ripartenze. L’ultimo tentativo porta la firma di Dentamaro, la cui punizione termina tra le braccia di Amabile. Di fatto è l’ultima occasione da segnalare: l’Avetrana compie un ulteriore passo verso la salvezza, mentre per il Barletta l’ennesima pagina nera di un campionato da dimenticare.

BARLETTA 1922 (4-4-2): Moschetto; Rizzi, Aprile, Digiorgio, Varola (88′ Grumo); Mignogna (75’ Khalil), Dentamaro, Cormio, Lavopa; Sguera, Faccini (67’ Lorusso). A disposizione: Cristallo, Monopoli, Messere, Zingrillo. All: Pizzulli

AVETRANA (3-5-2): Amabile; Diagne, Larosa, Ligorio; Cimino, Cellamare, Eleni (75’ Gioia), Richella, Marinaro; Cappellini (71’ Urbano), Coquin. A disposizione: Di Lauro, Amaddio, Abbatematteo, De Gaetano, De Stradis. All: Viscido

Arbitro: Salomone di Bari

Assistente 1: Cataneo di Foggia

Assistente 2: Mariella di Foggia

RETI: 20’ Sguera, 27’ Cappellini, 45’ Lavopa, 49’ Richella, 59’ Larosa.

Note. Angoli: 6-7.  Ammoniti: Aprile, Dentamaro, Larosa, Marinaro.

 

 

Le parole post-partita di mister Pizzulli ⚪️🔴⚽️

Pubblicato da ASD Barletta 1922 su Domenica 19 marzo 2017

“Siamo durati un tempo: nella prima frazione abbiamo tenuto il campo, segnato due reti e incassato il loro pareggio su un gran calcio di punizione. Poi nella seconda parte della partita abbiamo avuto un atteggiamento negativo. Loro ci tenevano più di noi e lo hanno dimostrato con i fatti”. Mister Massimo Pizzulli non usa mezzi termini e non cerca attenuanti: “Abbiamo fatto poco per poter cercare di vincere la partita e probabilmente le motivazioni hanno inciso, ma non possiamo perdere in questo modo: dobbiamo assolutamente onorare il campionato fino alla fine”. All’orizzonte per il Barletta 1922 ci sono ancora tre partite, da giocare al massimo pur senza più obiettivi di classifica: “Giocherà solo chi esprimerà la massima voglia-avverte Pizzulli-abbiamo l’onore e l’orgoglio di vestire i colori del Barletta e difendere questo blasone. Abbiamo l’obbligo di dare tutto: in settimana capiremo cosa è mancato oggi. Salvo la prima parte, abbiamo reagito molto bene anche dopo l’1-1: poi nei primi 15 minuti del secondo tempo abbiamo avuto un blackout totale. Questo non deve accadere: ci attendono tre settimane non semplici, ma abbiamo l’obbligo morale e professionale di fare quanto meglio possibile di qui a fine campionato”.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini