Barletta 1922, un risultato su tre a Bitonto Torna Dentamaro, biancorossi al completo. Buona risposta dal settore ospiti

Barletta 1922, un risultato su tre a Bitonto <small class="subtitle">Torna Dentamaro, biancorossi al completo. Buona risposta dal settore ospiti</small>

Due vittorie consecutive rappresentano un buon biglietto da visita, la qualificazione dell’Altamura al prossimo turno di Coppa Italia è invece lo stimolo a prendere molto più seriamente la trasferta di domani. Il Barletta 1922 va in campo al Città degli Ulivi per il delicatissimo match contro il Bitonto, al momento unica concreta inseguitrice del Cerignola in ottica promozione diretta. Se il pronostico pende dalla parte dei padroni di casa, un’atmosfera opposta alla condizione di classifica può cambiare le sorti dei biancorossi.

Barletta atteso a Bitonto, all’andata sconfitta in casa.

IL RILANCIO – Non tanto quanto la vittoria di Molfetta, accolta come ordinaria amministrazione, quanto quella sull’Otranto ha rilanciato la squadra di Pizzulli, tecnicamente ancora distante da un progetto playoff. Nei fatti, però, qualche piccolo passo in avanti è stato fatto, o perlomeno si sono create le condizioni per non arrivare contro gli uomini di De Candia nelle vesti di vittime sacrificali. Dal match della quintultima giornata passano praticamente tutte le ambizioni di Digiorgio e compagni, che non possono più perdere colpi fino al 9 aprile se vogliono puntare ad un piazzamento nella griglia degli spareggi.

PROMO mini

Dentamaro torna dopo la squalifica.

LA FORMAZIONE – Servirà il miglior Barletta possibile per mettere in crisi una delle squadre più compatte del campionato, se non la più solida in assoluto e la meno dipendente dalle fiammate dei singoli, per quel che riguarda la lotta al vertice. Il Bitonto è passato da outsider ad unica alternativa del Cerignola, grazie alle sette vittorie ed un pareggio con cui arriva al match di domani. L’ultima sconfitta risale al 15 gennaio, sconfitta in casa del Molfetta, poi solo successi ed un punto nel recupero di inizio febbraio contro il Novoli. Situazione complicata per i biancorossi, dunque, che però potranno contare su tutti gli effettivi a disposizione. Il ritorno di Dentamaro aggiunge una carta in più sul tavolo della mediana, ma probabilmente bisognerà calcolare la giostra degli under con Cormio ago della bilancia. Zingrillo può partire ancora dalla panchina, lasciando il baby e il barese a centrocampo, con Rizzi e Varola sugli esterni di difesa e Moschetto tra i pali. Sarà comunque 4-2-3-1, con l’auspicio che Sguera e Lavopa riescano a bissare la prestazione di domenica scorsa e che Mignogna trovi maggiore continuità nelle dinamiche offensive.

Ultras biancorossi attesi in circa 200 unità.

BARLETTANI AL SEGUITO – Su un campo che non conosce sconfitta dalla prima di campionato, 0-3 per mano dell’Altamura, il Barletta non sarà solo. Tre bus al completo sotto l’organizzazione del Gruppo Erotico 1987, più diverse vetture che si muoveranno in autonomia a partire dalle 13:00, orario fissato per il raduno presso l’antistadio del Cosimo Puttilli. Probabile una quota intorno ai 200 sostenitori barlettani nel settore ospiti, ma i botteghini aperti anche nella mattinata di domani lasciano il dato ancora in sospeso. Le iniziative in città, con striscioni, volantinaggio e campagne sui social network, hanno raddoppiato il numero dei presenti a Molfetta. Con la sensazione che, davvero, si tratti dell’ultimissima chance per dare un senso a questa stagione.

Match ad alta quota e, dunque, scelta CAI per la direzione arbitrale. Bogdan Nicolae Sifra della sezione di Pordenone sarà il fischetto di domani, coadiuvato dagli assistenti tarantini Roberto Nardi e Fulvio Talucci. Fischio d’inizio fissato alle ore 15:00.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini