Molfetta-Barletta 0-1, le pagelle Bene la difesa, qualche spunto in mediana. Sguera, dove sei?

Molfetta-Barletta 0-1, le pagelle <small class="subtitle">Bene la difesa, qualche spunto in mediana. Sguera, dove sei?</small>

Ne basta uno per tre punti. Una zampata di Michele Aprile regala al Barletta un successo esterno che mancava addirittura da metà novembre, 3-0 in casa dell’Otranto. I biancorossi hanno dovuto attendere letteralmente un girone per tornare alla gioia in trasferta, a sette giorni proprio dal match casalingo con i salentini. Poca roba il Molfetta, guidato in maniera confusionaria da Lanza. Nonostante la vittoria, la prestazione presenta ancora qualche lacuna di troppo. Ecco le pagelle dei 14 elementi chiamati in causa da Pizzulli e Papagni.

PROMO mini

Moschetto, voto 6,5: esordio brillante e decisivo per il portiere tesserato dopo l’infortunio di Rossetti. L’intervento su Cesareo ad inizio partita vale già una sufficienza piena, legittimata dalle prese sicure a terra nel secondo tempo, quando i padroni di casa provano a raggiungere il pareggio.

Varola, voto 6,5: ancora una prestazione pulita del laterale sinistro, che stavolta non commette le sbavature viste contro il Novoli sulla linea difensiva. Interventi sempre precisi, una spinta costante ed un valore aggiunto nelle ripartenze imbastite su un campo di difficile gestione atletica e tecnica.

Squillo di Aprile, il Barletta torna al successo esterno.

Aprile, voto 6,5: quando sale sui calci d’angolo, è sempre un pericolo per la difesa avversaria. Il Molfetta gli lascia giusto lo spazio per il tocco in mischia che vale la vittoria. In fase di copertura, invece, ordinaria amministrazione: il terreno di gioco a tratti lo ostacola, ma dove non c’è lui c’è Moschetto.

Digiorgio, voto 6: gestione senza affanno per il capitano biancorosso, che approfitta dell’atteggiamento prevalentemente rinunciatario degli avversari per alzare il baricentro anche oltre la metà campo. Buona gestione del reparto insieme al partner del pacchetto centrale.

Rizzi, voto 6: altra prestazione positiva per il giovane prodotto barlettano, sempre più stabile a destra della linea di difesa. Secondo match da titolare e seconda prova di carattere, in un momento della stagione che rischia di tarpare le ali a tutti i possibili esordienti.

Dentamaro, il vizio del compitino.

Dentamaro, voto 6: il match contro la sua ex squadra non gli crea particolari problemi. Cercato spesso dai suoi compagni, si limita al compitino con un movimento classico, ovvero mezza veronica e retropassaggio. Più lucidità, comunque, in entrambe le transizioni, ma da lui è lecito aspettarsi di più.

Grumo, voto 6: la necessità di un altro under al posto di Cormio sposta l’ago verso l’assistman di Barletta-Galatina. Scelta positiva, con qualche accelerazione tipica di un giocatore brevilineo ed esplosivo sul passo breve. Nulla di trascendentale, ma ugualmente prezioso nell’emergenza.

Mignogna, voto 5,5: cincischia col pallone, si intestardisce e punta solo sul raddoppio, salvo poi perdere palla su un terreno di gioco che si rivela di difficile assetto anche per piedi come i suoi. In contropiede gli capitano le occasioni migliori, ma non sembra avere il passo giusto e limita la sua domenica a qualche semplice giocata.

Lavopa, voto 6,5: dal suo destro parte il corner per la zampata di Aprile. Dopo i due gol consecutivi, l’esterno barese si conferma utile anche in versione assistman e cerca di accendere la luce in una domenica che, gol a parte, vede il Barletta poco incisivo sotto porta. Per fortuna, basta un solo lampo.

Che fine ha fatto il vecchio Sguera?

Sguera, voto 5: forse il momento più complicato della sua esperienza in biancorosso. Dopo la brutta prestazione di domenica scorsa, ne arriva un’altra che non ha niente a che fare con quella di inizio febbraio col Galatina. L’avvicendamento con Lorusso suona come una bocciatura.

Faccini, voto 5,5: la traversa piena è sfortuna, non il resto della sua gara. Sottotono, sbaglia i movimenti e fatica sia ad accorciare sia nel dare profondità alla manovra. Paga la giornata no di Sguera, col quale deve comunicare più spesso per lo scambio di palloni. Sufficienza ancora lontana.

Lorusso, voto 5,5: poco più di venti minuti, poche opportunità per mettersi in mostra. Il Barletta prova a raddoppiare e l’attaccante altamurano non si risparmia nella lotta con i difensori, ma non c’è sufficiente cattiveria per garantirgli qualche pallone davanti a Savut.

Zingrillo, sv

Khalil, sv

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini