Barletta 1922, la giusta spinta verso Altamura Vittoria preziosa col Galatina, adesso una prova di gruppo in trasferta. Biglietti in vendita

Barletta 1922, la giusta spinta verso Altamura <small class="subtitle">Vittoria preziosa col Galatina, adesso una prova di gruppo in trasferta. Biglietti in vendita</small>

Il Barletta non è nuovo a pomeriggi anonimi, soprattutto in una stagione del genere, ma certe volte basta un colpo di genio per svoltare la domenica e la settimana successiva, in particolare quella che porta ad una trasferta così delicata. Sguera inventa il modo per cambiare le sorti di giornata, allungando di altri sette giorni un’impresa che si prospetta ancora complicatissima, anche alla luce del prossimo match in programma: si va ad Altamura.

Sguera e Monopoli nell’esultanza dopo il gol.

IL LAMPO DI GENIO – Col Galatina è la classica partita da non sottovalutare né tantomeno sbagliare, ma i biancorossi fanno fatica ad imporre il proprio ritmo e i salentini non hanno particolari difficoltà in fase di non possesso. L’emergenza dovuta alle squalifiche accorcia la panchina, ma anche le soluzioni a disposizione dei titolari: per più di un tempo, le folate offensive si limitano ai calci piazzati e Papagni, che sostituisce lo squalificato Pizzulli, sembra non trovare le giuste alternative tattiche e di organico. Poi la fiammata che arriva proprio dalla panchina, con una caratteristica che si è vista poche volte in stagione: l’accelerazione del brevilineo tra i due reparti, Grumo è lo strappo tra centrocampo e attacco. Palla per Sguera, che indovina l’eurogol all’incrocio e si lancia in un’esultanza commovente. Per poco non arriva il raddoppio di Mignogna, che centra il palo proprio su calcio d’angolo. Classico vezzo del tarantino, che cerca insistentemente la rete e si innamora del pallone: attenuante dovuta, a caccia di una dedica speciale in un momento personale così difficile.

PROMO mini

Vietato fermarsi, playoff ancora possibili.

L’ANALISI PLAYOFF – Ciò che conta è il risultato finale, considerando i limiti di gioco accentuati dalla mancanza di un ampio ricambio. Il Barletta non è ancora fuori dalla corsa playoff, ma rimane al sesto posto alle spalle del Vieste. L’importante, ovviamente, è tenere d’occhio chi si trova in griglia promozione e rimanere sotto la soglia del massimo scarto possibile, in modo da non farsi tagliare fuori dai giochi ancor prima di arrivare a giocarseli. Il testa a testa con i garganici, poi, sarà un capitolo tutto da scrivere nelle prossime giornate.

Trasferta in vista, si va ad Altamura: 100 posti per gli ospiti.

TESTA A DOMENICA – Adesso, però, è il momento di mostrare il vero carattere non tanto di questa squadra, quanto di questo gruppo. Se è vero che i biancorossi sono intenzionati a dar tutto per la maglia, a prescindere dalle potenzialità tecniche e dal divario con le rivali, devono sfoderare una delle prestazioni più brillanti e di maggior sacrificio dell’intera stagione. Il prossimo step è quello di Altamura, al D’Angelo, nello stadio in cui la squadra di Pizzulli lasciò la finale playoff dello scorso anno. Uno stimolo in più, pur consapevoli del valore dell’avversario, in un clima da analizzare attentamente per tutta la durata della settimana.

LA TRASFERTA – I biglietti per il settore ospiti saranno messi in vendita, non appena il club murgiano darà l’annuncio ufficiale della prezzistica. Il sito ufficiale del Barletta, intanto, ha già provveduto ad ufficializzare l’accesso alla trasferta per 100 posti, contrariamente a quanto successo a maggio e diversamente dalle disposizioni dell’andata al Manzi-Chiapulin. La settimana è appena cominciata.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini