Manzi-Chiapulin, aspettando la manutenzione Panchine pericolanti, sintetico ridotto ai minimi termini. La manifestazione incombe

    A dimostrare che la manifestazione del 22 gennaio non riguarda soltanto il problema del Puttilli, c’è la condizione precaria del Manzi-Chiapulin a conquistare un posto di rilievo sulla lista delle urgenze. L’utilizzo praticamente ininterrotto della struttura è inevitabile per tutte le società che, in questo momento, non possono disporre dell’impianto di via Vittorio Veneto né tantomeno del Lello Simeone, ormai abbandonato a se stesso nel pieno centro cittadino. Via dei Mandorli diventa quindi l’unico snodo sportivo di Barletta e le conseguenze si notano già sul posto.

    PROMO mini

    I PROBLEMI LOGISTICI – Le testimonianze raccolte dalla nostra redazione si sommano alle lamentele giunte direttamente dalle associazioni sportive, che già nelle scorse settimane avevano evidenziato i ritardi nella manutenzione del terreno di gioco. Dovendo disporre della struttura per un’enorme fascia oraria giornaliera, l’erosione delle funzionalità è la naturale conseguenza. È un cane che si morde la coda: c’è bisogno di modifiche, ma non c’è tempo disponibile perchè mancano le location in cui trasferire le società.

    EMERGENZA SICUREZZA – Nelle foto scattate soltanto martedì, è possibile notare tre particolarità, tutte legate alla sicurezza degli atleti. La prima è relativa alle panchine, con i cardini di ferro ormai sganciati e con le lastre di metallo che rimangono appoggiate al terreno. La seconda e la terza riguardano il manto erboso: il sintetico si strappa via con poca forza delle dita o dei tacchetti, come dimostra la linea laterale fotografata, mentre la zolla che dovrebbe ricoprire un tombino risulta totalmente staccata dal resto del terreno.

    L’APPELLO DELLE SOCIETÀ – La costante esposizione agli infortuni non è l’unico problema a cui vanno incontro i giocatori di tutte le discipline. All’appello di Barletta 1922 e scuole calcio, infatti, si aggiunge quello dei Mad Bulls, che lamentano anche una scarsa attenzione alla cura degli spogliatoi, che è anche uno dei tanti problemi presenti al Lello Simeone. Aumentano i grattacapi, diminuiscono le vie d’uscita: solo questo è ciò che accomuna lo sport e il Comune di Barletta, con la differenza che i rappresentanti della prima fazione sono pronti a scendere in piazza per far scoprire le carte alla seconda. La manifestazione del 22 gennaio è ormai una priorità per ogni singolo atleta.

    Betland mini wide

    Contattaci su Whatsapp!


    whatsappbutton+ 39 392 5981658


    Top Boss Betland

    Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

    Inserisci Nome e Cognome

    Inserisci la tua E-mail

     

     

    Zerodue Mini Wide
    Zerodue Mini Wide
    Zerodue Mini Wide

    Le Ultime

    Le Gallery Biancorosse

    PROMO mini