Barletta 1922, l’avversario: l’Audace Cerignola Biancorossi ospiti della corazzata gialloblu. Fari puntati sugli ex Di Rito e Loiodice

Barletta 1922, l’avversario: l’Audace Cerignola <small class="subtitle">Biancorossi ospiti della corazzata gialloblu. Fari puntati sugli ex Di Rito e Loiodice</small>

Una corazzata costruita per vincere il campionato. Il Barletta 1922 si prepara ad affrontare in trasferta, l’Audace Cerignola, capolista del girone e reduce da tredici risultati utili consecutivi.

LA REALTA’ E LA ROSA- Fondata nel 1912, l’Audace Cerignola ha militato, nel corso della sua storia, prevalentemente nei campionati dilettantistici. Se si escludono le tre stagioni in Serie C, risalenti agli anni ’30, il calcio ofantino si è distinto prevalentemente in Serie D, per la quale si contano circa 46 partecipazioni tra quarto e quinto livello. Categoria sfiorata anche nella stagione 2012/2013, dopo aver perso in finale di Coppa Nazionale con la Fermana, cui ha fatto seguito la mancata iscrizione successiva in Eccellenza. Il sodalizio ofantino ha avuto però modo di riscattarsi alla grande, venendo prelevata dalla potente famiglia Grieco nel 2014, che ha consentito un duplice salto dalla Prima Categoria all’Eccellenza. Nell’estate del 2016, il sodalizio ofantino ha allestito una rosa competitiva e che potesse ambire alla promozione diretta in Serie D. Su tutti il forte centrocampista Carmine Marinaro, il promettente difensore centrale Sakho, gli attaccanti Morra e Ladogana e il mediano barlettano, Pollidori. La compagine gialloblu è stata poi impreziosita nel mercato invernale da arrivi di indiscusso valore, quali gli ex di turno, Loiodice e Di Rito, e l’esperto metronomo Vicedomini.

PROMO mini

LE STATISTICHE- L’Audace Cerignola occupa la vetta della classifica, frutto di 13 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta, risalente proprio alla pesante debacle(3-0) inflitta dal Barletta. Proprio dopo quel risultato negativo, i dauni hanno ottenuto tredici risultati utili consecutivi, tanto da scalare progressivamente la classifica fino al primo posto in solitaria, conquistato lo scorso dicembre in virtù della sconfitta del Bitonto ad Altamura. La corazzata di Farina vanta inoltre il migliore attacco del girone(42 gol fatti) e la seconda difesa meno perforata(14 reti) dopo Bitonto e Casarano. A livello individuale, spiccano le 17 reti siglate dalla premiata ditta, Morra-Di Rito, cui seguono i 6 centri messi a segno da Carmine Marinaro e le 5 marcature di Nico Loiodice.

LA FORMAZIONE- Con i possibili rientri di Loiodice e Lecce, Farina potrebbe tornare al 4-3-1-2 che ha impressionato nelle ultime uscite. In porta ci sarà Roberto Marinaro, linea difensiva composta da Ciano e Altares al centro, ausiliati da Lecce e Russo sulle corsie esterne. A centrocampo, Vicedomini sarà coadiuvato da Pollidori e Carmine Marinaro. Più avanzato sarà invece Nico Loiodice, che supporterà il tandem d’attacco, Di Rito-Morra.

1
R.Marinaro
3
Russo
5
Ciano
6
Altares
2
Lecce
7
C.Marinaro
4
Pollidori
8
Vicedomini
10
Loiodice
9
Di Rito
11
Morra
PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini