CT “Hugo Simmen”, presentato il 2017: occhi sul Challenger La diciottesima edizione dell'Open sotto i riflettori di via del Santuario

    Si alza ufficialmente il sipario sulla nuova stagione agonistica del Circolo Tennis Hugo Simmen di Barletta. In mattinata, l’associazione di via del Santuario ha presentato l’attività del 2017 e ha premiato le eccellenze tennistiche del territorio. Ovviamente, l’attenzione si è concentrata sulla diciottesima edizione del ChallengerCittà della Disfida” e su tutto ciò che vedrà la dirigenza in prima linea per l’organizzazione.

    L’ufficialità della kermesse sul rosso è arrivata nei giorni scorsi. Tornerà il ruolo strategico garantito fino al 2012: la calendarizzazione della stagione ATP ha rimosso la concomitanza con il Masters 1000 di Montecarlo, che ha impedito la partecipazione di alcuni giocatori durante la scorsa edizione, e soprattutto la disputa dell’evento nella settimana successiva al torneo di Casablanca, che 12 mesi fa inaugurò la stagione su terra battuta. Quest’anno, Barletta contenderà il ruolo di manifestazione inaugurale ad un altro appuntamento marocchino, Marrakech, nella settimana di Pasqua (8-16 aprile). Questa collocazione temporale, dunque, permetterà di vedere all’opera tennisti di ranking superiore, con la concreta possibilità di ammirare i Top 100.

    PROMO mini

    Ancora nessuna anticipazione, però, per quel che riguarda i nomi. Enzo Ormas, direttore organizzativo del Challenger, specifica gli step in corso: “Il CT Hugo Simmen punta vuole attirare un valido blocco di teste di serie sul territorio. Al momento, ogni giocatore sta valutando il proprio calendario e le strategie per affrontare la stagione sul rosso. Puntiamo a rendere Barletta un’occasione da prendere in seria considerazione per le settimane di aprile“. Tra inverno e primavera, quindi, si potrà tracciare una tabella di marcia veritiera su ciò che si potrà vedere sui campi di via del Santuario.

    PROMO mini
    PROMO mini