Barletta 1922, l’avversario: il Casarano Al "Manzi" arriva la quarta della classe. Rossoblu reduci da due vittorie di fila

Barletta 1922, l’avversario: il Casarano <small class="subtitle">Al "Manzi" arriva la quarta della classe. Rossoblu reduci da due vittorie di fila</small>

Match clou della prima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza pugliese. Il rinnovato Barletta 1922 di Massimo Pizzulli ospita il Casarano Calcio, quarta forza del campionato, distante due punti in classifica. Obiettivo aggancio per i biancorossi, che cercheranno di riscattare la sconfitta maturata al Capozza per un rigore inesistente.

LA STORIA E LA ROSA- La Società Sportiva Casarano Calcio ha raccolto le ceneri della Virtus Casarano, sciolta a seguito di un fallimento nell’estate del 2012, dopo aver militato per tre stagioni in Serie D. Nel corso della sua storia, i rossoblu vantano ben diciannove partecipazioni consecutive in Serie C, a cavallo tra il 1980 e il 1999. Si segnala anche uno storico terzo posto nel 1991, in cui il Casarano ha sfiorato un’incredibile promozione in Serie B. Nel dicembre del 2001, in Serie D, il sodalizio rossoblu ha affidato l’incarico di allenatore della prima squadra a Mario Kempes, campione del mondo e miglior giocatore del Mondiale del 1978, balzando sulle prime pagine di tutte le testate internazionali. Dopo il terzo posto nella scorsa stagione, conclusa con l’eliminazione ai playoff per mano del Barletta, la società salentina ha optato per una campagna acquisti meno dispendiosa, confermando gli esperti Zaminga e Tedesco(poi passato al Trani ndr) e affidando l’incarico della prima squadra a Pietro Sportillo, ex difensore del Barletta. I risultati hanno dato per ora ragione, visto che il Casarano è in piena corsa per i playoff, a quattro punti di ritardo dall’Altamura.

PROMO mini

LE STATISTICHE- Il quarto posto del Casarano è frutto di 8 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. Il rendimento dei rossoblu si fonda particolarmente sui 20 punti racimolati in casa, che si scontrano con gli appena 9 guadagnati in trasferta. Piuttosto equilibrate le statistiche che riguardano le reti realizzate: 9 al Capozza e 7 in trasferta, di cui le ultime due nel sentito derby con il Gallipoli. A livello individuale, escludendo il partente Tedesco, si segnalano i 4 gol realizzati da Caputo. Nell’ultima giornata è andato anche a segno il nuovo arrivato Pignataro, già giustiziere del Barletta con la maglia del Novoli nella sfida vinta dai salentini. Sono diversi i precedenti tra le due squadre, con l’ultima vittoria dei biancorossi che risale alla scorsa stagione, grazie al pesante colpo di testa di Gigi Monopoli.

LA FORMAZIONE- Pietro Sportillo dovrebbe optare per il consueto 3-5-2. In porta ci sarà M.Casalino, mentre la linea difensiva vedrà la presenza di Stranieri, Signore e A.Casalino. A centrocampo, Zaminga sarà coadiuvato in mediana da D’Arconte e Portaccio, con Schirinzi e Marretti pronti a dare il proprio contributo sulle corsie esterne. Confermatissimo invece il tandem d’attacco, Pignataro-Quarta, in gol nel 2-0 di domenica scorsa contro il Noicattaro.

1
Casalino M.
5
Signore
6
Stranieri
2
Casalino A.
3
Schirinzi
8
D'Arconte
4
Zaminga
11
Portaccio
7
Leggieri
10
Quarta
9
Pignataro
PROMO mini
PROMO mini