Barletta 1922, con le unghie e con i denti 2-1 all'Hellas Taranto, ora la conferenza stampa e il Casarano

Barletta 1922, con le unghie e con i denti <small class="subtitle">2-1 all'Hellas Taranto, ora la conferenza stampa e il Casarano</small>

Chiudere il girone d’andata a 26 punti è decisamente un bilancio fuori portata rispetto alle ambizioni di inizio stagione, ma la realtà dei fatti impone un momentaneo cambio di approccio al campionato stesso e alle partite che si affrontano. Il Barletta 1922 torna alla vittoria, la seconda di fila al Manzi-Chiapulin, battendo 2-1 l’Hellas Taranto in un match che restituisce ai biancorossi la quinta posizione, l’ultima utile per la zona playoff.

LA MANO DI PIZZULLI – Nessuna prestazione brillante, né tantomeno senza cali di concentrazione, come nel caso del gol incassato da Rossetti. Comincia ad emergere in maniera velata, invece, una delle caratteristiche su cui Pizzulli ha costruito la cavalcata della scorsa annata: la cattiveria su ogni pallone. Fino ad un mese fa, con tutta probabilità, l’atteggiamento messo in mostra dai tarantini avrebbe messo spalle al muro Digiorgio e compagni, senza particolari distinzioni tra casa e trasferta. Novoli ne è un esempio, ma anche il pareggio interno col Vieste in campionato. Nei momenti di maggiore difficoltà, con un po’ di fortuna ed un pizzico di astuzia in più, il Barletta riesce a portare a casa un risultato che, alla luce degli altri, permette il sorpasso all’Otranto e il posizionamento del mirino con vista Casarano.

Caccia alle due vittorie consecutive.

L’ULTIMO STEP – Già, il Casarano. Prima di Natale comincerà il girone di ritorno e la sfida contro i salentini è l’unica in programma da qui fino alla fine del 2016. La sconfitta dell’andata è ancora fresca, sia per le modalità con cui è maturata, sia per gli strascichi da cui i biancorossi non sono mai del tutto usciti, condizionando un cammino che finora ha generato più grattacapi che soddisfazioni. I tre punti di distanza permettono di poter progettare l’operazione aggancio al quarto posto, tenendo d’occhio la differenza reti negli scontri diretti in ottica playoff. È anche l’occasione per provare a vincerne due di fila, per una mini-serie che manca dal bis Molfetta-Otranto di novembre. Non si tratta di chiudere l’anno nel migliore dei modi, ma nell’unico modo possibile: la definitiva inversione di tendenza passa necessariamente da un successo negli scontri al vertice.

LA CONFERENZA STAMPA – Prima di calarsi nella realtà della prossima partita, però, c’è tempo per un briefing tra società, stampa e tifoseria. Oggi pomeriggio alle 18, presso i locali di via Roma 79/81, andrà in scena una conferenza stampa con l’obiettivo di tracciare un bilancio sulla situazione a fine girone d’andata. In un momento così particolare della stagione, anche la scelta di parlare o meno non riesce a mettere d’accordo la piazza: andare davanti ai microfoni prima di un ultimo impegno ufficiale, senza aspettare le festività natalizie, è un’idea che lascia col dubbio, visto che non c’è urgenza di annunci ufficiali. Se poi sarà un modo per compattare l’ambiente prima del girone di ritorno, tanto di guadagnato. L’auspicio è tutto qui.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse