Tennistavolo, tempo di bilanci in casa Acsi Lamusta Barletta Il presidente Sguera: "2016 anno soddisfacente, ma senza altri sponsor non si va avanti"

Tennistavolo, tempo di bilanci in casa Acsi Lamusta Barletta <small class="subtitle">Il presidente Sguera: "2016 anno soddisfacente, ma senza altri sponsor non si va avanti"</small>

Ultime ore del 2016 e tempo di bilanci di fine anno in casa Acsi Onmic Lamusta Barletta: “Il 2016 è stato-spiega il presidente del sodalizio di tennistavolo della Città della Disfida, Cosimo Sguera-un anno intriso di soddisfazioni agonistiche per il nostro sodalizio. Considerando che l’anno solare “abbraccia”  due stagioni agonistiche a squadre(per la precisione, il girone di ritorno 2015-2016 e quello di andata  2016-2017),le tre compagini targate Acsi Onmic Lamusta Barletta hanno dispensato inimmaginabili soddisfazioni”. Copertina per il team partecipante al campionato di Serie C2, quarto classificato al termine della stagione 2015-2016 e secondo alla fine del girone di andata dalla stagione corrente. “Protagonisti di questa eccellente prestazione-spiega Sguera-almeno per quanto riguarda la prima metà di questo insidioso Campionato di Serie C2, sono stati l’esperto andriese Giuseppe Memeo (nato sportivamente in questo sodalizio nel 2005), il combattente Giuseppe Damato (colonna di questa societa’ del 1998) ed il talentuoso Dominique Straniero (il più giovane del tre con i suoi 17 anni ma l’autentico trascinatore della formazione). L’obiettivo di questa squadra e’ quello di continuare a sorprendere, affrontare qualsivoglia avversario con umiltà e determinazione e di conseguire un piazzamento di prestigio che consenta, tramite repechage, un ritorno in Serie C1 nazionale.

Al gradino immediatamente inferiore, la formazione di serie D1 che nella scorsa stagione ha archiviato il proprio torneo in terza posizione, mentre il team di D2 ha conseguito la promozione. Così, nello scorso mese di ottobre, l’acsi Onmic Lamusta Barletta si è ritrovata ben due formazioni nel campionato regionale di Serie D1. Un team, quello composto dal presidente Sguera, dall’esperto Enzo Sansonne e dal coriaceo Zefferino D’Onofrio è primo in classifica, in condominio con l’Azzurro Molfetta e la Vela d’Oro Manfredonia. L’altra squadra di serie D1 (della quale fanno parte Ruggiero Rutigliano, Mario Sardella, Giacomo Dicataldo, Giacomo Capuano, Gigi Campana e Maurizio Lamusta) ha terminato il girone di andata in quarta posizione e ambisce ad una permanenza senza patemi.

PROMO mini

“Se l’attività a squadre ha dispensato inimmaginabili gratificazioni, l’attività individuale, sia a livello nazionale che regionale, e’ stata altrettanto soddisfacente-sottolinea Sguera-il sodalizio barlettano,nel corso del 2016, ha preso parte a tutti i Tornei Regionali Individuali e, compatibilmente con le magre risorse disponibili, ad alcuni Tornei Nazionali. Meritano assoluta menzione le medaglie d’oro, d’argento e di bronzo conquistate ai Campionati Interprovinciali FITET, svoltisi a Manfredonia nello scorso mese di maggio ed il brillante terzo posto conseguito  sorprendentemente da Dominique Straniero al Torneo Regionale di Quarta Categoria a Casamassima nello scorso mese di ottobre”. In ambito nazionale, la Polisportiva “ha ben figurato al Campionati Italiani Individuali ospitati dalla citta’ di Lucera (Fg) nello scorso mese di giugno. Ottima prova di Giuseppe Damato nel Singolare Quarta Categoria. Eccellenti le prestazioni di Enzo Sansonne, del giovane quattordicenne Mario Sardella (approdato ai trentaduesimi al suo esordio in campo nazionale), del Presidente(anch’egli ai trentaduesimi a 52 anni) e di Dominique Straniero (giunto ai sedicesimi di finale) nel Singolare Maschile di Quinta Categoria. “Alla luce di risultati siffatti ,l’anno che sta per concludersi è stato inequivocabilmente ricco di emozioni e probabilmente irripetibile-sottolinea Sguera-E’ stato invece un annus horribilis dal punto di vista economico. Lo sponsor (Ottica Lamusta), che lega il proprio nome al sodalizio barlettano da ben 11 anni non è più sufficiente a sopportare gli accresciuti costi. Bisogna urgentemente individuare altri “benefattori” che consentano al gruppo sportivo barlettano di svolgere serenamente l’attività agonistica, di dare il necessario impulso all’attività formativa e di tornare a “calcare” i palcoscenici nazionali, che hanno fatto dell’Acsi Onmic Lamusta Barletta un tassello pregiato del mosaico sportivo italiano.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini