Maratona delle Cattedrali 2016, svelato il sipario sulla terza edizione Tante novità, dagli Yallers al progetto "Con le ali...fino al traguardo"

Maratona delle Cattedrali 2016, svelato il sipario sulla terza edizione <small class="subtitle">Tante novità, dagli Yallers al progetto "Con le ali...fino al traguardo"</small>

E’ solo al terzo anno di vita, ma è già un appuntamento irrinunciabile. La Maratona delle Cattedrali 2016 conta i giorni che la separano dallo “start”, programmato per domenica 18 dicembre a Barletta, e ribadisce un concetto unico: la capacità di valorizzare attività sportiva e suggestioni paesaggistiche e architettoniche, che ne fanno una maratona “slow” aperta a professionisti, amatori, dilettanti e bambini. L’evento  è stato presentato questa mattina in conferenza stampa nella suggestiva cornice di Palazzo della Marra: al tavolo dei relatori gli organizzatori “sportivi”  Puglia Marathon (con il presidente e il vice Casale e Renna), il Coni (con il delegato Bat, Alvisi), la FIDAL (nella figura del presidente pugliese, Leone), l’AICS ( rappresentato dal delegato Bat, Mallardi), e i rappresentanti dei comuni di partenza e arrivo della Maratona (per Barletta il sindaco Pasquale Cascella e l’assessore allo Sport Patrizia Mele, per Giovinazzo il sindaco De Palma).

PROMO mini

Una “Maratona matura”, l’ha definita il presidente di Puglia Marathon, Casale, non solo per i numeri, ma anche per tutte le iniziative collegate che rendono questa gara unica nel suo settore. Intanto per la volontà di voler coniugare lo sport con il turismo, la cultura, il patrimonio artistico e paesaggistico della nostra terra. La Maratona vuole essere un veicolo di promozione di quella destagionalizzazione che rende la Puglia fruibile per 365 giorni l’anno. Alvisi, dal canto suo, ha sottolineato la capacità di coniugare “la bellezza della regione  e del territorio,  unito dalla presenza di cinque cattedrali romaniche, e la pratica sportiva, che darà vita a un evento di alto livello”: concetto ribadito dall’assessore Mele, per la quale “si tratta di una vetrina importante per Barletta e la sua capacità di fare rete”. Rete e solidarietà, come attestato dal progetto “Con le ali…fino al traguardo!” dell’Asd Barletta Sportiva, che metterà a disposizione della Maratona un sistema che applicato alle carrozzine permetterà agli atleti disabili di poter “correre” la gara con gli atleti spingitori deputati ad accompagnare la carrozzina per tutti e 42 chilometri.  Importanti i numeri dell’edizione 2016: 1011 maratoneti (882 uomini e 129 donne) pronti a scattare dal via domenica alle 9.30: 645 sono pugliesi, 320 arrivano dalle altre regioni italiane (fatta eccezione per Umbria e Val d’Aosta), 46 sono stranieri e arrivano da ben 17 Paesi esteri in rappresentanza di quattro continenti. Alla competizione si sono iscritte 237 squadre, 142 sono quelle pugliesi.

La Maratona potrà contare sulla collaborazione della Croce Rossa Italiana per l’assistenza agli atleti per tutto il percorso, ma tante sono le novità ai nastri di partenza, a cominciare da quelle legate allo studio medico “The Wall”: lo studio, della durata di due mesi, su una decina di atleti, si basa sulla sperimentazione di un integratore che promette di intervenire efficacemente sul calo fisico e prestazionale durante la maratona: “muro” contro il quale gli atleti “sbattono” simbolicamente intorno al 30esimo chilometro.

La Maratona delle Cattedrali sarà promotrice dalla Prima Scuola di Peace Makers in Italia. Il progetto partirà da gennaio 2017  e sarà l’occasione per formare tanti atleti ad una diversa idea di maratona. Alla partenza ci sarà anche Mariella Satta, che palleggerà per tutto il percorso: Satta, origini sarde ma cresciuta a Torino, detiene il Guiness della maratona corsa palleggiando con un solo pallone. Durante l’attraversamento dei Comuni sarà data ai bambini  la possibilità di palleggiare con lei. Ad allietare l’evento anche gli scatti fotografici dei  gruppi di Yallers saranno presenti lungo il percorso della Maratona, pronti per immortalare i momenti più spettacolari della gara: gli atleti in corsa sotto le cattedrali. Le foto scattate rimarranno ai Comuni coinvolti come omaggio al loro territorio e le più belle saranno premiate da una giuria composta dagli organizzatori della Maratona. Infine, la Maratona sposa l’etica sostenendo il Villaggio dell’Accoglienza dell’AGEBEO e Amici di Vincenzo, un progetto molto importante per il territorio, promosso insieme all’Associazione Trenta Ore per la Vita: Il Villaggio dell’Accoglienza, riservato ai bambini colpiti da malattia oncoematologiche e alle loro famiglie. Il Villaggio sarà costruito su un terreno concesso quest’anno dal Comune di Bari, nelle vicinanze dell’Istituto Oncologico Papa Giovanni II e sarà dotato di 10 unità familiari, di un’area giochi attrezzata per i bambini.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini