Barletta 1922, una rimonta per la finale Al "Manzi-Chiapulin" arriva l'UC Bisceglie, si riparte dall'1-0 dell'andata

Barletta 1922, una rimonta per la finale <small class="subtitle">Al "Manzi-Chiapulin" arriva l'UC Bisceglie, si riparte dall'1-0 dell'andata</small>

Che il campionato sia ormai andato o meno, c’è pur sempre una Coppa Italia come alternativa alle numerose pecche di questi tre mesi. Il Barletta ha l’ultima occasione per rimettersi in carreggiata, un’occasione che si chiama UC Bisceglie. La semifinale di ritorno va in scena questo pomeriggio sul sintetico del Manzi-Chiapulin: si riparte dall’1-0 per gli ospiti, che all’andata hanno fatto valere il fattore campo.

PROMO mini

RISCATTARE IL KO DI DOMENICA – L’imperativo non è tanto dimenticare il ko casalingo contro il Bitonto, quanto dare un senso ad una stagione che, fino a questo momento, ha messo in mostra tutte le lacune cardinali che negli ultimi anni hanno caratterizzato l’ambiente biancorosso. Soluzioni di pancia, panico per i risultati che non arrivano, aspettative ribaltate: tutto potrebbe cambiare, o quantomeno essere tamponato, se alle 16:30 il verdetto fosse favorevole alla squadra di Pizzulli. In questo momento, una vittoria può valere più di una semplice qualificazione o più di tre punti in classifica.

LE SQUALIFICHE – Si riparte dall’1-0 dell’andata, quando il Barletta concluse in otto uomini una semifinale grottesca dal punto di vista della direzione di gara e della gestione della partita da parte della squadra. Le espulsioni di Varola, Ola e Dentamaro escludono automaticamente tre pedine dallo scacchiere odierno: probabile, a questo punto, un abbassamento del rientrante Bartolo Lorusso al centro della difesa, in coppia con Aprile. Lisi e Martino, invece, andranno sulle fasce. In mediana, la squalifica di Zingrillo in campionato gli garantisce di mantenere un posto da titolare anche in Coppa, affiancando Cormio alle spalle del tridente di fantasisti. Pellecchia e Loiodice agiranno sugli esterni, Mignogna si sistemerà alle spalle di Di Rito, facendo da collante tra i reparti.

COME QUALIFICARSI – Nell’UC Bisceglie, invece, mancherà Anglani al centro della difesa. Una falla che Zinfollino dovrà provare a tappare nel migliore dei modi, considerando ed auspicando un approccio all’attacco da parte del Barletta. Gli ospiti dovranno difendere il gol di vantaggio: se i biancorossi, invece, dovessero imporsi per 1-0, si andrà direttamente ai rigori per decidere quale sarà la finalista. Chi passa il turno troverà una tra Altamura ed Otranto, da affrontare in gara secca e campo neutro. Fischio d’inizio alle 14:30.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini