Barletta 1922-Uc Bisceglie 0-1, le pagelle Male Di Rito, da rivedere anche Lisi e Bartolo Lorusso

Barletta 1922-Uc Bisceglie 0-1, le pagelle <small class="subtitle">Male Di Rito, da rivedere anche Lisi e Bartolo Lorusso</small>

Nessuna reazione, nessuna voglia di riscattare i brutti risultati delle ultime settimane. E’ un Barletta 1922 scarico mentalmente e fisicamente quello che soccombe sotto i colpi dell’Uc Bisceglie, abbandonando così definitivamente il sogno Coppa Italia. Decide una rete di Mastropasqua sul finire della seconda frazione.

Rossetti 6 –  Chiude lo specchio a Moscelli in più di un’occasione, oltre ad evitare il tracollo ai suoi nel finale con una serie di interventi provvidenziali. Sul gol di Mastropasqua può davvero poco.

PROMO mini

Martino 6 – Chiusure, anticipi e concretezza: non tira mai indietro la gamba, riuscendo ad offrire un discreto apporto anche in fase offensiva. Cala inevitabilmente nelle battute conclusive, ma la sua prova è una delle poche note liete di giornata.

Aprile 5.5 – Leggermente meglio del compagno di reparto. Tuttavia, le disattenzioni sui cross di Moscelli ed una palla persa in fase d’impostazione, poi recuperata pochi secondi dopo, ne condizionano il giudizio generale.

Lorusso B. 5 – Gioca in ruolo non suo e si vede abbondantemente. Sale troppo palla al piede e lascia la retroguardia scoperta, l’attenuante delle precarie condizioni fisiche regge fino ad un certo punto.

Lisi 5 – Ancora impacciato il terzino biancorosso, che fatica nella gestione del pallone e raramente alza la testa per servire i compagni meglio piazzati. Le gambe continuano a tremare.

Zingrillo 6 – Il capitano fa la voce grossa finché gli è possibile: più di un recupero importante in fase di non possesso, tanta corsa e due polmoni a servizio della squadra. Nel recupero, nonostante lo svantaggio, continua a correre dietro ai suoi avversari.

Mignogna 5 –  La manovra a centrocampo è bloccata, così prova a rompere il muro eretto dalla retroguardia azzurra con una serie di lanci lunghi che effettivamente servono a poco. Corre e si impegna, cercando anche qualche conclusione da fuori, ma non basta. Tanti, troppi palloni buttati nel vuoto.

Loiodice 6 – E’ il vero valore aggiunto di questa squadra, anche se le difese gli riservano spesso un trattamento speciale. Predica, come sempre, nel deserto. Basta bloccare Loiodice per ridimensionare il Barletta.

Sguera 6 – Un pizzico di sfortuna quando non arriva per qualche centimetro ad impattare di testa in area di rigore. Solito apporto in fase di ripiego, a metà ripresa viene sostituito da Santoro (Santoro 5.5 – Schiaccia troppo la conclusione su un’uscita a vuoto di Lullo, il suo gol avrebbe potuto regalare almeno i calci di rigore).

Di Rito 4 – Il voto è di stima. Lontano parente del Di Rito di inizio campionato, quello che correva e giocava per la squadra, sciupa clamorosamente un’occasione che avrebbe riaperto il discorso qualificazione. Con la testa è già altrove, una gara imbarazzante (Pellecchia 5.5 – Prova come può ad incidere, ma senza successo).

Lorusso G. 5 – Galleggia fra le linee per un po’ senza far vedere le streghe a Lullo e alla retroguardia avversaria. Ci mette tanto impegno, è vero, ma è poco concreto (Pizzutelli – sv).

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini