Barletta 1922, l’avversario: il Bitonto Al "Manzi-Chiapulin" arriva la capolista neroverde

Barletta 1922, l’avversario: il Bitonto <small class="subtitle">Al "Manzi-Chiapulin" arriva la capolista neroverde</small>

Si decide una buona fetta di stagione, è la partita che può segnare la svolta per il Barletta, è il classico incontro che vale 6 punti: è la sfida con la capolista Bitonto. I biancorossi ospitano domenica, al Manzi-Chiapulin, la squadra neroverde, reduce da 6 vittorie consecutive, ma fortemente rimaneggiata dalle assenze pesanti di Zotti e Manzari.

LA REALTA’ E LA ROSA- Fondata nel 1921, l’Unione Sportiva Bitonto è la principale realtà dell’omonimo comune barese. Come piazzamento più alto raggiunto nel corso della sua storia, la realtà neroverde vanta 23 partecipazioni nel campionato di Serie D, di cui l’ultimo risalente alla stagione 2009/2010. L’annata che la tifoseria bitontina ricorda maggiormente è quella del 2007/08, in cui i leoncelli sono stati protagonisti in un lungo testa a testa con il Barletta per la promozione in Lega Pro, calando poi vistosamente nel girone di ritorno, piazzandosi, a fine campionato, al terzo posto. Posizione che ha permesso ai neroverdi di raggiungere i playoff promozione, persi nuovamente contro i biancorossi al Puttilli.

PROMO mini

Sul fronte mercato, la società bitontina ha messo a disposizione una squadra competitiva a mister De Candia, con il chiaro obiettivo di raggiungere almeno i playoff. Sono arrivate infatti pedine del calibro di Turitto, ex Trani e Albrizio, ex Unione Calcio Bisceglie, oltre a innesti di esperienza. Su tutti, Cantatore e Monopoli, protagonisti di una positiva stagione con la maglia del Barletta, senza dimenticare il funambolico fantasista, Piero Zotti, tornato in Puglia dopo l’esperienza in Serie D con la maglia del Grosseto. In merito alle conferme invece, spicca quella di Gennaro Manzari, determinante nella scorsa stagione, conclusa con un piazzamento a centro classifica.

LE STATISTICHE- Con 25 punti in 10 partite, il Bitonto condivide la vetta della classifica con l’Audace Cerignola. I neroverdi vantano però la migliore differenza reti, avendo infatti totalizzato 23 gol fatti e solamente 3 subiti. Il rendimento di Cantatore e compagni è ancora più netto in trasferta, con 4 vittorie e 1 pareggio, ma soprattutto nessuna rete subita. A livello individuale spiccano le 15 reti realizzate da Zotti e Manzari, la coppia più prolifica del campionato, seguiti da Albrizio a quota 5, Turitto a 2 e Sciacoviello con una sola marcatura. Sono diversi i precedenti tra le due compagini, che vedono un netto predominio biancorosso. L’ultima vittoria neroverde risale alla scorsa stagione, con successo per 1-0 grazie al gol di Tedesco.

LA FORMAZIONE- Con le assenze di Zotti e Manzari, De Candia potrebbe puntare sul 4-3-3. In porta ci sarà Longo, mentre la linea difensiva sarà composta da Bonasia e Monopoli al centro, ausiliati da Elia e Campanella sulle corsie esterne. A centrocampo, spazio a Cantatore, che sarà coadiuvato da Capriati e De Santis. Nel tridente invece, potrebbe partire dal primo minuto Terrone nel ruolo di punto centrale, supportato a destra da Albrizio e a sinistra da Turitto.

1
Longo
3
Campanella
5
Bonasia
6
Monopoli
2
Elia
8
Capriati
4
Cantatore
10
De Santis
11
Turitto
9
Terrone
7
Albrizio
PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini