Barletta 1922, Avetrana prima tappa della rivoluzione In campo alle 14:30, Pizzulli vuole tornare al successo dopo le cinque rescissioni

Barletta 1922, Avetrana prima tappa della rivoluzione <small class="subtitle">In campo alle 14:30, Pizzulli vuole tornare al successo dopo le cinque rescissioni</small>

Non è certamente un blocco di rescissioni a scrollare dalle spalle del Barletta 1922 una responsabilità che rimane salda e, probabilmente, adesso anche più pressante ed impegnativa. Nel pomeriggio si torna in campo ad Avetrana, per l’ultima trasferta di un novembre ancor più nero del mese precedente, cosa che, in tutta sincerità, non ci si auspicava nelle scorse settimane dopo l’esonero di Bitetto.

NOVEMBRE NERO – Invece, il doppio scivolone contro Bitonto in campionato e UC Bisceglie in Coppa Italia ha riportato i biancorossi con i piedi per terra, che per l’attimo di Otranto erano tornati a spiccare il volo. Nel giro di quattro giorni, Pizzulli ha detto addio alla Coppa e si è allontanato a -10 dalla vetta e a -2 dai playoff, unico obiettivo realmente alla portata in caso di cambio di rotta. È imprescindibile che questo avvenga già a partire dalle 14:30, con la trasferta sul campo di una candidata ai playout a fare da possibile spartiacque tra una stagione finora disastrata ed un’altra, in fase di costruzione, con l’auspicio di maggiore serenità.

PROMO mini

LE SCELTE DOPO LE RESCISSIONI – Gli strascichi dell’eliminazione dalla Coppa Italia hanno portato alle cinque rescissioni dei giorni scorsi. L’imputato numero uno, Nicolas Di Rito, non fa più parte del Barletta 1922, così come Saverio Pellecchia, Daniel Ola, Federico Pizzutelli e Alioune Diouf. Lo spogliatoio ha bisogno di ricompattarsi dopo la diaspora che, con tutta probabilità, verrà ridiscussa anche con l’apertura del mercato di dicembre. Modo migliore non esiste: tre punti nel tarantino per restituire alla squadra un primo scampolo di serenità. Pizzulli ci proverà con la riconferma dello schieramento a quattro in difesa, ancora senza Gigi Digiorgio, nonostante si fosse ipotizzato il rientro in campo già per questo pomeriggio. Senza lo squalificato Zingrillo a centrocampo, Dentamaro diventerà il plenipotenziario delle due fasi e Cormio potrebbe affiancarlo dal primo minuto, mentre il tridente Loiodice-Santoro-Mignogna potrebbe piazzarsi alle spalle di Gianni Lorusso. Con lo stop imposto anche a Sguera, il ventaglio di soluzioni a disposizione del tecnico diventa meno folto dal punto di vista degli interpreti, ma sarà lo spirito più che la tattica a dover fare la differenza.

Le statistiche, in questo momento, non stanno dando ragione a Pizzulli, che però ha l’occasione di dimostrare la sua miglior qualità, ovvero quella di fare quadrato nei momenti difficili, come successe durante la scorsa stagione. Avetrana è tra le situazioni più simili a quelle di un anno fa. Fischio d’inizio alle 14:30.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini