Barletta 1922, decidi da che parte stare Tanto fioretto e poca spada a Galatina, nel frattempo settimana cruciale fra Coppa Italia e campionato

Barletta 1922, decidi da che parte stare <small class="subtitle">Tanto fioretto e poca spada a Galatina, nel frattempo settimana cruciale fra Coppa Italia e campionato</small>

Tradizione vuole che le partenze siano quasi sempre a rilento, per poi mostrare di che pasta sia fatto il diesel costruito in estate. Il dato inequivocabile, però, dice che il Barletta in classifica è attualmente a 11 punti dopo 6 giornate: 5 in meno dell’imbattuto Altamura che, complice anche un calendario più soft, ha trovato più continuità sotto il profilo dei risultati. L’impressione è che manchi ancora un carattere forte nelle situazioni più delicate, quelle dove i biancorossi sono costretti ad inseguire e devono essere in grado di ribaltare la gara. Il pareggio di ieri ne è la dimostrazione. 

Digiorgio verso il settore con Rossetti e Zingrillo.

Digiorgio e Rossetti male nella trasferta di Galatina.

Continua il mal di trasferta – Serviva continuità, soprattutto in trasferta dove Digiorgio e compagni hanno rimediato solo 4 punti sui 9 a disposizione. Bisceglie a parte, l’andamento lontano dalle mura amiche è troppo altalenante: i biancorossi sono partiti male e continuano ancora a stentare, dovrà cambiare qualcosa se si vuole davvero puntare a vincere il campionato. La gara di Galatina, in ogni caso, lascia sicuramente quel pizzico di amarezza in bocca, visto l’imminente big match contro il Team Altamura e la possibilità di aggancio rimandata ulteriormente.

Zerodue Mini Wide
Circa 100 tifosi verso Galatina.

Settimana cruciale in casa biancorossa.

Difesa, croce e delizia – Mal di trasferta, ma anche poca attenzione in fase difensiva. Ne avevamo parlato già nelle scorse settimane, il pacchetto arretrato continua a non dare sicurezza: minuto 13’ sul cronometro, Digiorgio e Rossetti non si capiscono su lancio dalla difesa, così Macchia ne approfitta e batte il portiere biancorosso con un lob dal limite. Nel secondo tempo potrebbe arrivare la beffa sempre con il solito Macchia, provvidenziale l’intervento di Ola che salva il risultato. La retroguardia è distratta, poco organizzata, rischia sempre le imbucate e i due mediani non riescono quasi mai a fare schermo. Senza dimenticare i problemi sulle fasce, dove Loiodice e Pellecchia sono costretti ad aiutare i due under in fase di ripiego. Un pizzico di equilibrio in più non guasterebbe.

Ultimo treno? – Parlare di ultimo treno alla sesta giornata è sicuramente esagerato, quella che è appena iniziata però sarà una settimana decisiva in casa Barletta. La Coppa Italia è un viatico importante per il proseguo della stagione, ma la data segnata in rosso sul calendario è quella di domenica prossima: le energie andranno dosate, anche se siamo solo all’inizio, per non arrivare stanchi e scarichi. Una sconfitta contro la Team Altamura scombussolerebbe ulteriormente i piani, rendendo la strada ancora più tortuosa. Al Manzi Chiapulin i biancorossi devono scendere in campo per un solo risultato.

Zerodue Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Betland mini wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide