Barletta 1922-Atletico Vieste, le pagelle Bene Loiodice e Zingrillo, da rivedere le prestazioni di Pellecchia e Dentamaro

Barletta 1922-Atletico Vieste, le pagelle <small class="subtitle">Bene Loiodice e Zingrillo, da rivedere le prestazioni di Pellecchia e Dentamaro</small>

La vittoria contro l’Unione Calcio Bisceglie aveva innalzato parecchio l’asticella delle aspettative in vista della gara di Coppa Italia, ma c’è ancora tanto da lavorare prima di intavolare obiettivi a lungo termine. L’Atletico Vieste, come in campionato, si conferma squadra coriacea e ferma ancora una volta sull’1-1 il Barletta. Andiamo a rivivere le emozioni del match attraverso le pagelle.

Rossetti 5 – Una sua indecisione in uscita costa il pareggio al Barletta. Fra i pali è praticamente inoperoso, gli ospiti si affacciano dalle sue parti solo su palla inattiva.

PROMO mini

Lisi 6 – Bene in fase di copertura, avrebbe potuto spingere e cercare più sovrapposizioni visti gli spazi. Nel complesso, però, la sua prova è sufficiente.

Digiorgio 5.5 – Qualche sbavatura per il capitano, che non guida la difesa con la solita sicurezza.

Aprile 6 – Meglio rispetto al compagno di reparto. Qualche leggerezza, ma una rete che avrebbe potuto regalare ai suoi un piccolo vantaggio nel match di ritorno.

Martino 6 – La spinta non è continua, anche se tiene bene la posizione nella linea a quattro e non lascia particolari guizzi dal suo lato agli avversari che si affacciano in avanti.

Zingrillo 6.5 – Regala fosforo alla mediana, bene in fase d’impostazione. Come sempre è l’ultimo a mollare.

Dentamaro 5 – Dopo la panchina in campionato, torna titolare: lanci nel vuoto e poca sostanza a centrocampo, a metà ripresa viene sostituito da Lorusso.

Pellecchia 5 – Indolente, un fantasma per tutta la gara. Decisamente sottotono rispetto a domenica scorsa, entra in campo con un passo quasi rinunciatario, soprattutto in occasione dell’uno contro uno.

Sguera 6 – Corre e si sbatte fin quando ne ha, punzecchiando spesso la retroguardia avversaria.

Loiodice 6.5 – Predica nel deserto, l’esterno barese guadagna il titolo di migliore dei biancorossi. Magra consolazione, se raggiunta lottando praticamente da solo: recuperi in difesa, conclusioni da fuori e giocate di un’altra categoria.

Di Rito 5.5 – Un’occasione che andava sfruttata meglio, poi un lavoro per la squadra che quasi lo penalizza e gli fa perdere lucidità.

Lorusso 5 – Lento e macchinoso, la grinta non basta.

Mignogna 6 – Una serpentina che ubriaca gli uomini di mister Cinque, peccato per la conclusione.

Cormio sv

Bagni Teti Wide Small

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bagni Teti Wide Small
Betland mini wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide