Barletta 1922, l’avversario: il Novoli Rossoblu desiderosi di riscattare la sconfitta di misura con il Vieste

Barletta 1922, l’avversario: il Novoli <small class="subtitle">Rossoblu desiderosi di riscattare la sconfitta di misura con il Vieste</small>

Il Barletta torna a giocare al Cezzi di Novoli, in quello stadio che ha rappresentato, nella scorsa stagione, l’inizio di un nuovo cammino per la storia del calcio biancorosso, visto che proprio dalla città salentina sarebbe ripartita l’A.S.D. Barletta 1922, dopo il fallimento della vecchia società in estate. Zingrillo e compagni tornano dunque ad affrontare il Novoli, squadra appaiata nei bassifondi della classifica e che ha raccolto 5 punti in 7 partite.

LA REALTÀ E LA ROSA- Fondata nel 1942, l’A.S.D. Novoli ha quasi sempre militato nei campionati regionali pugliesi, anche se negli anni ’60 la piccola realtà salentina è riuscita ad approdare in Serie D, disputando ben 7 stagioni nella massima serie dilettantistica a cavallo tra il 1964 e il 1971, sfiorando inoltre l’accesso al calcio professionistico con un secondo posto nel 1969. Negli ultimi anni, il Novoli ha militato nel campionato di Promozione, prima della retrocessione in Prima Categoria nel 2012. Due annate memorabili, concluse con due primi posti consecutivi, hanno riportato i rossoblu in Eccellenza, categoria in cui militano dal 2014.

PROMO mini

Per quanto riguarda i movimenti nel mercato estivo, si può dire che il Novoli abbia conservato l’ossatura degli anni precedenti, con qualche perdita pesante sul fronte cessioni. Hanno infatti abbandonato la città salentina, Iaia e Marasco, ma soprattutto il capocannoniere delle ultime stagioni, Salvatore Scarcella, passato al Brindisi. In entrata invece, si registrano gli arrivi dell’under Palazzo, arrivato dal Leverano, di Indirli, perno nella scorsa stagione dell’Avetrana e di Giannuzzi, prelevato dal Vieste. La squadra è affidata, dalla scorsa settimana, a Simone Schipa, dopo l’esonero di Gigi Bruno.

LE STATISTICHE- Il club rossoblu ha racimolato, fino a questo momento, cinque punti nei primi sette incontri di campionato, frutto di una vittoria, due pareggi e quattro sconfitte. Sette sono i gol realizzati dagli uomini di Schipa e otto le reti subite per una differenza reti pari a -1. Di queste sette marcature, ben sei portano la firma di Giorgetti, elemento di maggior caratura all’interno della squadra. Il rendimento è nettamente migliore in casa, dato che i rossoblu hanno raccolto quattro dei cinque punti davanti al proprio pubblico. Nella scorsa stagione, la doppia sfida finì con una vittoria per parte: 3-1 per i padroni di casa al Cezzi e 1-0 per i biancorossi al San Sabino.

LA FORMAZIONE- Sono attese poche variazioni per Schipa che dovrebbe in buona parte confermare l’undici che non ha demeritato contro il Vieste. In porta, dovrebbe partire dal primo minuto Liaci, favorito su Bibba, mentre la linea difensiva sarà composta da Indirli e Potì al centro, ausiliati da De Vincentis ed Elia sulle corsie esterne. A guidare il centrocampo ci sarà Di Silvestro, coadiuvato da Podo e Giannuzzi, che dovrebbe partire dal primo minuto a discapito di Quarta. Non dovrebbero esserci variazioni con il tridente che vedrà Pignataro supportato da Palazzo e Giorgetti.

1
Liaci
3
Elia
5
Potì
6
Indirli
2
De Vincentis
8
Podo
4
Di Silvestro
10
Giannuzzi
7
Palazzo
9
Pignataro
11
Giorgetti
PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini