Barletta 1922, è notte fonda: il Novoli si impone in rimonta per 2-1 Prima la rete di Di Rito, poi ci pensa Pignataro a ribaltare le sorti della gara

Barletta 1922, è notte fonda: il Novoli si impone in rimonta per 2-1 <small class="subtitle">Prima la rete di Di Rito, poi ci pensa Pignataro a ribaltare le sorti della gara</small>

Mignogna sciupa l’occasione del possibile raddoppio, Pignataro gela tutti con uno-due micidiale: la gara del Barletta è riassunta tutta qui. Una partenza incoraggiante, la rete del vantaggio, poi il blackout. Quella del “Totò Cezzi” è un’occasione fallita per i biancorossi, che ancora una volta gettano alle ortiche la possibilità di accorciare dal gruppetto di testa. Dopo il 2-1 in terra salentina, la strada si fa seriamente in salita.

PROMO mini

Il primo tempo – 4-3-3 per mister Bitetto, che conferma Cormio in mezzo al campo e rilancia Pellecchia dal primo minuto con Loiodice e Di Rito. In panchina, invece, si rivede Alioun Diouf. Pronti, via ed è subito Di Rito a rendersi pericoloso dalle parti di Liaci, il diagonale del puntero argentino però si spegne a lato. Il Novoli non si lascia intimorire: Giorgetti calcia a botta sicura, provvidenziale l’intervento di Rossetti a salvaguardare il risultato. Al 30’ è ancora il Barletta a spingere sull’acceleratore: Mignogna inventa per Cormio, ma il centrocampista a due passi dalla porta si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore. La prima frazione si chiude senza particolari sussulti: al “Totò Cezzi” si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Il secondo tempo – Ola non ce la fa, così mister Bitetto deve subito ricorrere alla prima sostituzione: al suo posto ecco Donvito, con Aprile che scala al centro della difesa accanto a Digiorgio. Al 48’ il Barletta trova la rete del vantaggio: lancio dalla difesa proprio di Donvito, Di Rito raccoglie il suo suggerimento e in corsa scavalca con un pallonetto Liaci. Poco dopo è Mignogna a sfiorare il raddoppio, ma l’ex Taranto clamorosamente non riesce a concretizzare il contropiede architettato da Loiodice. Biancorossi che avrebbero potuto chiudere i giochi. Nel frattempo, girandola di cambi per entrambi i tecnici: Dentamaro rileva l’infortunato Mignogna, Cappellini prende il posto di Giannuzzi. Barletta che si abbassa troppo e, complice anche l’inferiorità numerica dovuta all’ennesimo infortunio che vede Digiorgio costretto a lasciare il campo, subisce il pareggio con Pignataro sugli sviluppi di una rimessa laterale. Dopo il danno, ecco la beffa nelle battute finali: imbucata al centro e difesa sorpresa, Pignataro indisturbato ribadisce in rete il 2-1. Il corposo recupero non basta, è ancora una volta il Novoli ad avere la meglio.

Novoli (3-4-3): Liaci, Elia (60′ Potì), De Vincentis, Di Silvestro, Indirli, Schiavone, Vergari, Giannuzzi (66’ Cappellini), Podo, Pignataro, Giorgetti (93′ Quarta); a disposizione: Bibba, Cananà, Moriero, Palazzo. Allenatore: Schipa

Barletta 1922 (4-3-3): Rossetti, Aprile, Ola (46’ Donvito), Digiorgio (75’ Varola), Lisi, Zingrillo, Cormio, Migogna (62’ Dentamaro), Loiodice, Di Rito, Pellecchia; a disposizione: Diouf, Sguera, Varola, Grumo, Pizzutelli. Allenatore: Bitetto

Arbitro: Antonio Di Reda della sezione di Molfetta (Tomasi-Talucci)

Reti: 48’Di Rito (B), 75’ e 90’ Pignataro (N)

Note. Ammoniti: Schiavone (N), Lisi (B), Cormio (B); espulsi: Sguera dalla panchina (B), Pignataro (N); recupero: 2’ pt; 10’ st; corner: 6-2.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini