Barletta 1922-Gallipoli, le pagelle Di Rito sugli scudi, Santoro corre e si sacrifica: quasi tutti promossi in casa biancorossa

Barletta 1922-Gallipoli, le pagelle <small class="subtitle">Di Rito sugli scudi, Santoro corre e si sacrifica: quasi tutti promossi in casa biancorossa</small>

Tre gol fondamentali per classifica e morale. Il Barletta 1922 si rialza definitivamente dopo Casarano, sconfitto 3-0 il Gallipoli con le firme di Di Rito, Pellecchia e Sguera. Riviviamo le emozioni della gara attraverso le pagelle dei protagonisti in campo.

Rossetti 6.5 – Inoperoso o quasi per tutta la prima frazione, nell’ultima mezz’ora viene messo a dura prova da Sansò su due punizioni, dove l’estremo difensore biancorosso tira giù la saracinesca. Le sue prestazioni sembrano essere in crescita.

PROMO mini
barletta-vigor-trani72

Positiva la prova di Rossetti.

Martino 5.5 – Le prime battute della stagione rappresentano l’unica attenuante della sua domenica, ma gli errori sono lampanti. Rallenta l’azione pur sfruttando la corsia in sovrapposizione, gioca all’indietro o in orizzontale, non copre con la necessaria attenzione.

Digiorgio 6 – Energico nelle chiusure e presente in tutte le situazioni complicate. Dalle sue parti pochi spifferi, vero e proprio muro insormontabile della difesa.

barletta-gallipoli69

Nessuna sbavatura nel corso del match per Digiorgio.

Aprile 6 – A volte troppo irruento, ma la sua prova è ampiamente sufficiente. Il confronto con gli attaccanti avversari non è un problema, Botrugno e De Giorgi raramente riescono a rendersi pericolosi nel corso della gara.

Lisi 6 – La spinta non è quella dei giorni migliori, anche se tiene bene la posizione nella linea a quattro e non lascia particolari guizzi dal suo lato agli avversari che si affacciano in avanti. Ci vorrà pazienza, questa ormai è una certezza, i segnali però sono incoraggianti.

Dentamaro 6 – Ordinaria amministrazione per l’ex Molfetta. Oltre ad assistere Lorusso nel giro palla, protegge Digiorgio e Aprile: partita di ramazza dalle sue parti.

Lorusso 6 – Costruisce e suggerisce a testa alta, ma non disdegna il lavoro sporco. Sbaglia poco quanto nulla in fase d’impostazione.

Loiodice 6.5 – Sempre al centro della manovra, quando ne ha l’occasione parte palla al piede per far male alla retroguardia avversaria e spesso ci riesce. Non trova la via del gol, ci va vicino solo più e più volte.

barletta-gallipoli33

I dribbling di Nicola Loiodice ammattiscono la difesa avversaria.

Pellecchia 6.5 – Corre, lotta e dà profondità. Al 32’, su calcio di punizione guadagnato da Di Rito, mette a segno la rete che difatti chiude la partita: chirurgico il suo mancino.

Santoro 6 – Schierato quasi a sorpresa al posto di Pizzutelli, parte da punta centrale fino a sistemarsi nel mezzo della trequarti col passare dei minuti. Vivissimo per un’ora, cala ed esce per Sguera.

Di Rito 7 – Continua a sorprendere in positivo per spirito di abnegazione e sacrificio, mentre le sue doti da cecchino sotto porta non sono affatto una novità. Niente da aggiungere, per lui parla la sua prestazione.

barletta-gallipoli41

Di Rito si sblocca in campionato.

Sguera 6.5 – Una manciata di minuti e anche Sguera riesce a mettere la propria firma sulla gara.

Cormio sv

Pizzutelli sv

Mister Bitetto 6.5 – Partita preparata alla grande. Pressing alto, poco respiro alla mediana avversaria e fasce sfruttate alla perfezione: un gran bel Barletta.

PROMO mini
PROMO mini