Gaetano Zingrillo, parola di capitano: “Vogliamo essere protagonisti” Il centrocampista barlettano, alla sua seconda esperienza all'ombra di Eraclio, ha le idee chiare

Gaetano Zingrillo, parola di capitano: “Vogliamo essere protagonisti” <small class="subtitle">Il centrocampista barlettano, alla sua seconda esperienza all'ombra di Eraclio, ha le idee chiare</small>

Una settimana di lavoro in sede e la partenza alla volta di Fara San Martino nella giornata di ieri, dove fino al 13 agosto il Barletta 1922 ultimerà la preparazione. Più che sugli aspetti tecnici o tattici, comunque importanti nell’economia di una stagione, mister La Cava e il suo staff in questi giorni dovranno lavorare molto sulla coesione del gruppo. Di questo ne è convinto anche Gateano Zingrillo, trascinatore della mediana biancorossa nella scorsa annata: “L’amalgama del gruppo sarà fondamentale per la nostra crescita, ma devo dire che siamo già a buon punto. I nuovi arrivati si sono già integrati bene e la strada tracciata è quella giusta, ora bisogna solo lavorare duramente”.

PROMO mini

Nessuna pressione esterna per il capitano, abituato a mantenere una certa lucidità anche in campo, solo qualche responsabilità in più: “Da barlettano, sono orgoglioso di vestire ancora per un’altra stagione questa maglia. E’ normale che da noi i tifosi si aspettano sempre qualcosa in più, ma siamo abituati a gestire certe pressioni e questo non può che essere uno stimolo a migliorarsi”.

Nel frattempo, il sodalizio di Via Cavour ha lanciato la nuova campagna abbonamenti e per recitare un ruolo da protagonista avrà bisogno della propria tifoseria: “Torneremo a giocare a Barletta, una cosa non da poco visto che lo scorso anno siamo stati a Canosa. Il nostro augurio è quello di vedere domenica dopo domenica gli spalti del Manzi-Chiapulin stracolmi di passione, abbiamo estremamente bisogno del nostro dodicesimo uomo”.

PROMO mini
PROMO mini