Olimpiadi o test di medicina, l’assurdo bivio di Alessia Santeramo La storia della giovane barlettana, costretta a scegliere tra studio e scacchi

Olimpiadi o test di medicina, l’assurdo bivio di Alessia Santeramo <small class="subtitle">La storia della giovane barlettana, costretta a scegliere tra studio e scacchi</small>

Può una ragazza di 18 anni, neo-diplomata con il massimo dei voti e con le Olimpiadi di scacchi dietro l’angolo, vedersi negare il diritto allo studio? A quanto pare sì, ma non senza lottare con le istituzioni. Alessia Santeramo è la giovane barlettana che, pochi giorni fa, è tornata da Perugia con una medaglia d’oro Under 18 ed un bronzo assoluto nei campionati italiani. Il tutto conquistato dopo gli esami di maturità e ad un mese dall’evento di Baku, in Azerbaigian, dove sarà parte della Nazionale italiana.

Alessia Santeramo, fresca medaglia d'oro Under 18 e bronzo assoluto a Perugia.

Alessia Santeramo, fresca medaglia d’oro Under 18 e bronzo assoluto a Perugia.

Il prezzo da pagare per la partecipazione alle Olimpiadi, però, è enorme: la kermesse andrà in scena dal 31 agosto al 14 settembre, impedendole di sostenere il test di medicina previsto per il 6 settembre. Nessun sostegno da parte di Coni e Università, né tantomeno dal Comune di Barletta, che aveva promesso di interessarsi alla vicenda.

PROMO mini

La delusione passa dalla voce di Michele Santeramo, padre di Alessia, che ha manifestato il suo disappunto alla nostra redazione: “È inconcepibile che ad una ragazza di 18 anni, appena diplomata con il massimo dei voti, venga negato il diritto allo studio sancito dalla Costituzione italiana. Non parliamo di un’assenza per vacanze o futili motivi, bensì per una competizione internazionale che capita poche volte nella vita. Sono deluso dalle istituzioni che abbiamo contattato, nessuno ha teso una mano in favore di Alessia per concederle la logica possibilità di intraprendere due carriere. Si tratta di un caso più unico che raro, considerando che stiamo parlando di una ragazza appena maggiorenne che va alle Olimpiadi: spero che il messaggio possa arrivare in tempo al ministro Giannini”.

Un bivio assurdo al quale è costretta la giovane scacchista barlettana, che sembra non poter mirare al doppio obiettivo olimpico ed universitario. Il problema dei test d’ingresso si estenderebbe anche alle altre facoltà di carattere scientifico, qualora non dovesse giungere una deroga per gli atleti impossibilitati a sostenere la prova nella data stabilita. L’auspicio è che le istituzioni interessate, in tempo utile, si esprimano affinché Alessia Santeramo possa concentrarsi su entrambe le strade che le si prospettano davanti, senza dimenticare i Mondiali in India della prossima settimana.

PROMO mini
1 commento

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini