Barletta 1922, allargamento societario e ultimatum al Comune Nuove figure all'interno del club, ma rimane l'aut-aut almeno per il "Manzi-Chiapulin"

Barletta 1922, allargamento societario e ultimatum al Comune <small class="subtitle">Nuove figure all'interno del club, ma rimane l'aut-aut almeno per il "Manzi-Chiapulin"</small>

Comunicato con due punti forti, quello diffuso pochi minuti fa dal Barletta 1922. Il club annuncia l’allargamento della base economica, con l’ingresso di due nuovi elementi all’interno del collettivo imprenditoriale rappresentato dal presidente Sabino Falco. Allo stesso tempo, però, si rimarca in maniera veemente la posizione nei confronti dell’amministrazione comunale, chiamata a consegnare per tempo almeno il Manzi-Chiapulin. Di seguito, ecco la nota integrale sulle colonne del sito del club.

Il Barletta 1922 alza la voce, il Comune risponderà presente?

Il Barletta 1922 alza la voce, il Comune risponderà presente?

“È tempo di tracciare i primi bilanci estivi in casa ASD Barletta 1922: la società biancorossa è contenta di poter annunciare l’allargamento della base societaria a due imprenditori, persone serie e competenti che daranno una mano importante nella gestione economica e nell’allestimento dell’organico. Nei prossimi giorni saranno comunicate novità nell’organigramma. Si tratta dell’ennesimo attestato del lavoro serio e programmatico condotto dalla società per il bene dei colori biancorossi e il raggiungimento degli obiettivi prefissati: i recenti annunci realizzati in sede di calciomercato sono la prova comprovata dei piani per l’annata sportiva 2016/2017. Sull’altro fronte, dobbiamo però registrare una secca presa di posizione. L’assenza di una struttura dove poter giocare le partite in calendario, infatti, sta condizionando l’avvio della campagna abbonamenti, causando un danno rilevante per le casse societarie. Per questo lanciamo un monito a Palazzo di Città. Sarà indispensabile la consegna del “Manzi-Chiapulin” il 20 agosto: in caso contrario, restituiremo il titolo all’amministrazione comunale. Perderemo dei soldi, compresi gli stipendi anticipati, ma non conterà. Vogliamo delle risposte.”

La società, dunque, batte i pugni sul tavolo, con l’auspicio di non dover vanificare gli sforzi compiuti fino a questo momento. Se il Comune ha a cuore la principale rappresentazione sportiva della città, dovrà dimostrarlo sostenendo il Barletta 1922 con la disponibilità delle strutture.

1 commento

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse