Brexit? No grazie, c’è una Inglese che punta gli Europei «Che emozione il titolo italiano sui 5000 metri, adesso arriva il bello»

Brexit? No grazie, c’è una Inglese che punta gli Europei <small class="subtitle">«Che emozione il titolo italiano sui 5000 metri, adesso arriva il bello»</small>

Primato personale abbondantemente riscritto e standard di iscrizione minimo per Rio de Janeiro 2016 agganciato anche sulla mezza distanza:  Veronica Inglese continua a stupire, mentre gli aggettivi per descrivere le prove dell’atleta barlettana, che compirà 26 anni a novembre, cominciano a risultare insufficienti. Sabato sera ha polverizzato la concorrenza sui 5000 metri femminili nei campionati italiani di atletica leggera: troppo ampia la distanza messa tra sé (15’22’’45) e le dirette concorrenti Silvia Oggioni dell’Atletica Pro Sesto, capace di chiudere in seconda posizione in 16’16’’24, e Federica Dal Ri, del Centro Sportivo Esercito, terza classificata in 16’21’’32: e pensare che negli ultimi tempi aveva sacrificato i 5000 metri per concentrarsi sulla distanza dei 10 km, laddove aveva totalizzato il quarto tempo italiano all-time e conquistato l’accesso alla rassegna a cinque cerchi a inizio maggio sulla pista di Stanford.

Veronica Inglese sul podio a Rieti

Veronica Inglese sul podio a Rieti

«Sono andata in gara sapendo di poter prendere il titolo assoluto, ma con quello volevo fare un buon tempo su questa distanza sulla quale non correvo da tempo– spiega Veronica a BarlettaSport-it- in più mi serviva come test prima dell’Europeo». Il tempo minimo per Rio? «Una scoperta che ho fatto qualche minuto dopo l’arrivo-sorride lei-ma alle Olimpiadi non correrò sui 5000 metri, preferisco concentrarmi sui 10000».  Obiettivi chiari sin dallo start: «Sono partita per correre intorno ai 15’’25. Dal punto di vista mentale è stato complicato mantenere da sola la concentrazione per tenere il passo: i passaggi però sono stati tutti regolarissimi, solo al quarto chilometro però ero un po’ in ritardo così nel finale ho aumentato la mia velocità, aiutata anche dalla vista di qualche avversaria doppiata». Il precedente record, datato maggio 2012 e coincidente con il personale di 16’02’’, è stato migliorato di ben 40 secondi. Numeri importanti, che Veronica accoglie con il sorriso: «Aver chiuso l’ultimo chilometro nel tempo di soli tre minuti è davvero un bel segnale, ora però viene il bello della stagione». Che fa rima con Rio, ma anche con gli Europei di Amsterdam, in programma nella capitale olandese dal 6 al 10 luglio: tappa che la Inglese sta già preparando nella sua terra. In tempi di Brexit, c’è una…Inglese che vuole conquistare il Vecchio Continente.

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini