Tennis, su il sipario sull’Open Città della Disfida Presentato in mattinata il torneo, di ritorno in città dopo 4 anni

Tennis, su il sipario sull’Open Città della Disfida <small class="subtitle">Presentato in mattinata il torneo, di ritorno in città dopo 4 anni</small>

Chi sarà il nuovo Rafa Nadal? Nel 2003 la stella spagnola mosse i primi passi di una luminosa carriera proprio a Barletta. A 13 anni da quella vittoria e quattro anni dopo l’ultima edizione, la Città della Disfida torna a ospitare il grande tennis: questa mattina il Bagno 27 ha ospitato la presentazione della 17esima edizione del Challenger. Bando alla scaramanzia, se è vero che anche la finale del torneo, al via il 9 aprile, si terrà il 17 aprile.  L’evento su terra rossa non sarà il punto di arrivo per un polo tennistico che mira a tornare al top nazionale, ma un vero e proprio check-point per ripartire con un nuovo progetto e nuove ambizioni, sia sul piano del prestigio sia sotto l’aspetto più concreto della programmazione e delle infrastrutture.

Presentazione Open Città della Disfida, 2 aprile (2)

Bellino Mini Wide

Deus ex machina della manifestazione è Enzo Ormas, direttore del torneo: “Lavoro con questo evento dal 1998. Quando si è prospetta la possibilità di ottenere questa settimana, mi è sembrata una scelta naturale quella di decidere di tornare a Barletta. Speriamo possa essere una seconda partenza anche per questo evento al quale sono legato affettivamente. Il tennis è promozione del territorio, ha grande forza dal punto di vista temporale e territoriale: il Challenger è un biglietto da visita per il territorio che rappresenta. Abbiamo deciso di prendere questo evento il 22 gennaio, complice l’annullamento di due tornei in Turchia. Devo dire che le aziende del territorio hanno risposto subito presente. Questo conferma quanto grande sia la considerazione di questo evento”. Partite diffuse in diretta streaming, capillare copertura della stampa locale, nomi che sfiorano i primi 100 posti nella classifica mondiale. “I nomi sono di rilievo, sono certo che a breve in tanti torneranno nella Top 100: la prossima settimana ci sarà l’assegnazione delle Wild Card, con tre ingressi per talenti italiani. In tabellone c’è Donati, che tra i giovani è il più completo in questo momento. Ma nomi come Golubev e Sijsling, per dirne alcuni, sono una garanzia“. Sport, ma anche sociale: “C’è una partnership con la Lilt e il 10 aprile il circolo ospiterà un evento ad hoc sul tema. E’ uno dei pezzi di un puzzle vincente”.  Di rilievo i nomi dei partecipanti: certa la presenza di Luca Vanni, Andrea Arnaboldi, Alessandro Giannessi e del giovane Matteo Donati, già nella lista del Ct Barazzuti per l’ItalDavis, tra gli azzurri, mentre il brasiliano Rogerio Dutra Silva, #105 al mondo, sarà la testa di serie numero 1, seguito dallo spagnolo Roberto Carballes Baena (114), dal portoghese Gastao Elias (121esimo) e il ceco Adam Pavlasek (126).

A fare gli onori di casa l’assessore comunale allo sport, Vincenza Dimaggio: “Torniamo a ospitare una manifestazione importante su scala nazionale, un bel biglietto da visita per la città”. Voglia di far bene anche nelle parole di Francesco Crescente, presidente del Circolo Tennis Hugo Simmen: “Siamo felici di tornare a organizzare questo evento. E’ un torneo che ci ha dato grandissime soddisfazioni: siamo stati i primi a portarlo in Puglia, poi c’è stata un’interruzione quasi fisiologica. Dobbiamo ringraziare Enzo: ci vogliono coraggio ed entusiasmo per organizzare questi eventi. Sono ancora fresche le immagini di Roberta Vinci e Flavia Pennetta avversarie a Flushing Meadows, mentre Thomas Fabbiano è prossimo all’ingresso nella Top 100 mondiale. Dati importanti per una Puglia che vede in Andrea Pellegrino una speranza per il territorio regionale. “Confidiamo in una risposta importante da parte della cittadinanza” l’ammissione di Isidoro Alvisi, delegato provinciale Coni Bat. Una speranza condivisa dal presidente regionale Fit, Donato Calabrese: “Fino a pochi anni fa la Puglia ospitava 11 tornei internazionali, ora ci siamo ridotti a due. Barletta è un polo importante, così come tutta la Bat, per il tennis regionale. Quest’anno si respira un’aria diversa: l’auspicio è di vedere un italiano vincitore per la prima volta a Barletta”. Il warm-up ha avuto il via: prossimo appuntamento fissato per giovedì 7 aprile, quando si terrà la conferenza stampa di presentazione delle wild card.

 

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini