Hellas Taranto-Barletta, la stangata del Giudice Sportivo Cinque giornate a Lacarra, una per Dicandia e Cantatore. Mano pesante anche sui tarantini

Hellas Taranto-Barletta, la stangata del Giudice Sportivo <small class="subtitle">Cinque giornate a Lacarra, una per Dicandia e Cantatore. Mano pesante anche sui tarantini</small>

Com’era facile preventivare, i provvedimenti disciplinari di Hellas Taranto-Barletta danno l’adeguato riscontro di quanto avvenuto sul terreno di Faggiano nel match di domenica. Nel comunicato mattutino, il Giudice Sportivo si è espresso duramente sui tesserati di entrambe le squadre, dispensando sanzioni e squalifiche a numerosi elementi delle due compagini, protagoniste di un pomeriggio folle soltanto tre giorni fa.

Lacarra, cinque turni di stop.

Lacarra, cinque turni di stop.

Per quanto riguarda il Barletta, la mano pesante si è abbattuta su Giuseppe Lacarra, fermato per cinque turni. Per l’attaccante barese, dunque, sfumano anche i playoff regionali e non solo, ipotizzando un approdo alla fase nazionale. Un turno di squalifica, invece, per Saverio Dicandia, allontanato dalla panchina, e Francesco Cantatore, ammonito a partita in corso e giunto alla quindicesima infrazione.

PROMO mini

A testimonianza del grave comportamento già riportato nella giornata di lunedì, anche l’Hellas Taranto può vantare gravi sanzioni a carico sia della società, sia dei suoi tesserati. Il club padrone di casa viene multato di 800,00 € perchè “durante l’intervallo e a fine gara i propri addetti alla sicurezza minacciavano i tesserati avversari; nel contempo, una persona estranea entrava negli spogliatoi e teneva atteggiamento minaccioso nei confronti dei tesserati avversari, nonché minaccioso e irriguardoso nei confronti del Direttore di Gara; il tutto accadeva senza assistenza del servizio d’ordine e della dirigenza locale“.

Relativamente a staff e calciatori, invece, arrivano tre giornate di squalifica per Vincenzo Colucci, espulso perchè “colpiva il viso dell’avversario con una testata senza procurare danni“. Il team manager Cosimo Chirico, protagonista della rissa con Lacarra, subisce un’inibizione fino al 7 giugno, mentre il responsabile beni e dotazioni Nicola Altavilla rimarrà interdetto fino al 21 aprile.

Di seguito, è possibile consultare l’intero comunicato del Giudice Sportivo.

Giudice Sportivo 06/04/2016

PROMO mini
PROMO mini