Barletta 1922, Dicandia verso una maglia da titolare a Casarano Nel test in famiglia in evidenza Loiodice, D'Ambrosio e Rizzo

Barletta 1922, Dicandia verso una maglia da titolare a Casarano <small class="subtitle">Nel test in famiglia in evidenza Loiodice, D'Ambrosio e Rizzo</small>

Ci sarà Saverio Dicandia tra i pali nel Barletta 1922 che domenica pomeriggio (fischio d’inizio alle 16.30) scenderà in campo al “Capozza” di Casarano per la semifinale-playoff del campionato di Eccellenza pugliese contro Jeda e compagni: le scelte di mister Massimo Pizzulli sembrano dunque propendere per l’esperienza del 29enne barlettano, a fronte dei 19 anni di Diouf, apparso non impeccabile nelle ultime prestazioni. Un’ulteriore conferma è maturata questo pomeriggio, con l’impiego di Dicandia tra i pali nella formazione vicina a quella titolare nel test in famiglia disputato sul terreno del “Manzi-Chiapulin”.

Nicola Loiodice, in evidenza nel test in famiglia.

Nicola Loiodice, in evidenza nel test in famiglia.

Il risultato finale ha visto la formazione in divisa verde prevalere per 7-3: in evidenza Loiodice, autore d una tripletta, D’Ambrosio e Rizzo (2 reti a testa), mentre sono andati a segno anche Sguera, Cantatore e De Carlo con un centro a testa. Durante la ripresa, mister Pizzulli ha scambiato diversi componenti delle due formazioni, testando anche un inedito 4-3-3 con Cormio e Loiodice nei panni di interni di centrocampo e l’artiglieria pesante formata da Sguera, Moscelli e Vicentin in avanti. Strategie tattiche da affinare in vista di una sfida complicata come quella di Casarano, nella quale il Barletta avrà l’imperativo categorico della vittoria, entro i 120 minuti (sono previsti tempi supplementari, ma non calci di rigore): si attende ancora il parere della Questura di Lecce circa la possibile presenza del tifo barlettano al “Capozza”. A influire negativamente sul parere delle forze dell’ordine potrebbero essere i 16 Daspo comminati ai tifosi salentini dopo la sfida giocata il 21 marzo scorso (1-0 per il Barletta) al “San Sabino” di Canosa. A tal proposito, questo pomeriggio i presidenti Michele Di Paola e Giuseppe Pollidori hanno incontrato il sindaco Pasquale Cascella, che ha rivolto l’invito “a ripudiare gli episodi di violenza e intolleranza che compromettono l’impegno agonistico. Di qui l’esigenza che siano osservate scrupolosamente le misure per la sicurezza che saranno comunque predisposte dalle forze dell’ordine”.

PROMO mini
Un'azione di Barletta-Casarano 1-0

Un’azione di Barletta-Casarano 1-0

 

BARLETTA VERDE: Dicandia; Dipinto, Monopoli, Montrone, Piazzolla; Zingrillo, Cantatoree; D’Ambrosio, Loiodice, Moscelli; Vicentin.

BARLETTA BIANCO: Diouf; Diella, Rizzi, Ricco, De Carlo; Lacerenza, Cormio, Fabiano; Rizzo, Sguera; Lacarra.

PROMO mini
PROMO mini