Barletta 1922, il sereno è tornato 5-0 al Castellaneta, attacco al top e un marzo decisivo all'orizzonte

Barletta 1922, il sereno è tornato <small class="subtitle">5-0 al Castellaneta, attacco al top e un marzo decisivo all'orizzonte</small>

In scioltezza, con una caterva di gol all’attivo e senza l’ombra di una sola polemica. Il Barletta torna alla vittoria contro il Castellaneta, con un roboante 5-0 che fa dimenticare definitivamente il passo falso di Leverano. Adesso i risultati utili consecutivi sono dodici, ma fermarsi in questo momento sarebbe un suicidio in chiave playoff. Per fortuna, la ricetta biancorossa si arricchisce di nuovi, gustosi ingredienti.

Sebastian Vicentin, doppietta al Castellaneta.

Sebastian Vicentin, doppietta al Castellaneta.

Attacco, gran risposta – Già dal test del giovedì, si intuiva l’ottimo momento di forma del reparto avanzato. Più che di una crescita atletica, si tratta di un’autentica reazione psicologica, dopo i tanti dubbi su un pacchetto che, prolifico sulla carta, si stava dimostrando sterile sul campo. La doppietta di Vicentin e l’intelligenza di Lacarra e Moscelli confermano l’impennata nella prestazione complessiva. Certo, è pur sempre una squadra ormai destinata alla retrocessione, ma nulla si può dare per scontato nelle ultime curve della stagione.

Brainwave Mini Wide Post

Unità d’intenti – Parlare di tattica e tecnicismi vari, in realtà, risulterebbe inopportuno. Gli uomini di Pizzulli, guidati da Papagni fino al termine della squalifica fissato per venerdì prossimo, vedono nel Castellaneta la vittima sacrificale dopo sette giorni particolarmente delicati sul piano mentale. Reagire dopo Leverano e farlo senza pietà: è questo l’obiettivo sul neutro a porte chiuse di Terlizzi, in uno scenario che si ripresenterà nell’infrasettimanale contro il Mola. Il Barletta regala una performance convincente ai suoi tifosi, che non saranno presenti nemmeno giovedì. L’auspicio è quello di rivedere la stessa grinta a metà settimana, una grinta che ha portato al top anche Rizzo e Sguera: l’esterno salentino prende il posto dell’infortunato Loiodice e si prende il titolo di MVP, l’attaccante barlettano accetta la panchina a favore dei due centravanti, per poi entrare nel finale e siglare il pokerissimo.

Le pagelle dei biancorossi dopo il 5-0 dell’ ASD Barletta 1922 al Castellaneta

Pubblicato da BarlettaSport.it su Lunedì 7 marzo 2016

Il rush finale – Armonia, spirito di gruppo e dedizione permettono di schiarire un cielo che si era momentaneamente oscurato. Per i biancorossi rimane il rimpianto delle occasioni perse in passato, se si pensa al pareggio del Gravina che li riporta a -6 dalla vetta, ma l’obiettivo secondo posto è più vivo che mai: Papagni conferma le ambizioni dello spogliatoio, aspettando un passo falso del Casarano.

Marzo sarà il mese decisivo. Dopo il 5-0 di ieri, arriveranno dieci giorni di fuoco tra il match col Mola, la trasferta di Trani e lo scontro ad alta quota contro l’Altamura, da disputare nuovamente al San Sabino e nuovamente con il pubblico accanto. Il viatico è quello giusto, prima di Pasqua servirà lo sprint in ottica spareggi.

Mister Papagni (e Peppe Sguera) dopo la cinquina di oggi.#BarlettaSport

Pubblicato da BarlettaSport.it su Domenica 6 marzo 2016

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Brainwave Skyscraper
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide