Ius Soli per 12 minorenni stranieri, Diouf testimonial d’eccezione Il portiere del Barletta 1922 e una rappresentanza societaria domani ospiti della scuola "Musti"

Ius Soli per 12 minorenni stranieri, Diouf testimonial d’eccezione <small class="subtitle">Il portiere del Barletta 1922 e una rappresentanza societaria domani ospiti della scuola "Musti"</small>

Testimonial per un giorno. E’ il destino che toccherà in dote domani, giovedì 17 marzo, al portiere del Barletta 1922 Alioune Jacques Diouf: il giovane senegalese classe 1997 sarà infatti presente con il presidente biancorosso Michele Di Paola e a una rappresentanza della rosa a disposizione di mister Massimo Pizzulli nei corridoi della scuola “Raffaele Musti”  (via Palestro, 84), dove a partire dalle 11 si terrà il conferimento della cittadinanza civica “Ius Soli” a dodici minori di origine straniera nati in Italia e che studiano nelle scuole della città.

Alioune Diouf, imprecisa la sua uscita sul centro del momentaneo 1-1.

Alioune Diouf, portiere del Barletta 1922

Una scelta all’insegna “dei principi di libertà, di giustizia e di solidarietà, sanciti dalla Costituzione” spiega una nota ufficiale del comune di Barletta, maturata in coincidenza con la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”. Gli alunni della scuola “Musti” faranno rivivere i simboli identificativi della giornata: dai versi della Costituzione, ai colori della bandiera, alle note dell’inno di Mameli in una originalissima versione appositamente realizzata. La presenza di Diouf, spiegano da Palazzo di Città, “suggellerà il momento della consegna dei riconoscimenti riaffermando i principi costituzionali di non discriminazione e di uguaglianza a cui anche lo sport si ispira”.

Bellino Mini Wide

 

 

Bellino Mini Wide
Brainwave Mini Wide Post